Il mese surreale diventa poesia, Elda scrive "Marzo 2020"

La poesia di Elda Chindemi prende il nome da questo mese, uno di quelli che resteranno nella storia d'Italia e non solo

Foto di repertorio Freepik

La signora Elda Chindemi ha messo in versi questo surreale marzo 2020. 

Marzo 2020

Siamo delle talpe stordite,
non sappiamo se è primavera o no,
è marzo e fiocca la neve,
è marzo e quel sole non c'è.

Le viole si disegnavano a scuola;
su un libro di storia,
cogliendo quell'attimo di un maestro distratto.

E' marzo per aprire l'ombrello variopinto e gelato.
La pioggia era già caduta nella vallata grigia.
La dove passava il fresco legno,
lontano il pianto.

I fiori fra un pò?
E' marzo e le viole?
E' marzo e non so se fioriranno le ginestre nella vallata.

E' marzo dietro le finestre dell'Italia tutta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Elda Chindemi)
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna si rifiuta di dare i soldi al badante che lavorava per lei: lui la stupra in casa sua

  • Marche, nell'ultima settimana si abbassa l'età dei positivi :il 75% dei casi è under 35

  • Frecce tricolori ad Ancona, venerdì 29 maggio lo spettacolo nei cieli: info e orari

  • Spiagge libere in alto mare, un salasso: ecco tutto quello che c'è da sapere

  • Bloccato sulla porta di casa, la polizia trova coltelli e una mazza: «Volevano ammazzarmi»

  • Lidl continua a crescere, nuovo punto vendita ad Ancona e 6 assunzioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento