rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
social

"Nun te fidà manco de l'ombra tua": i consigli anti-truffa per gli anziani arrivano in anconetano

Questura di Ancona e Confartigianato hanno realizzato una brochure dedicata agli anziani, con i consigli in dialetto per stare lontano dalle truffe

Questura di Ancona e Confartigianato hanno realizzato una brochure di 4 pagine dedicata agli anziani, con i consigli in dialetto per stare lontano dalle truffe. Il vademecum (in anconetano): 

I consigli

“Nun apri’ a nisciu’” 

Non aprire la porta di casa a  sconosciuti, anche se dichiarano  di essere dipendenti di aziende  pubbliche e vestono un'uniforme. 

“'N da’ retta a nisciu’… te pijane in giro e te fregane” 

Non fermarti mai per strada per  dare ascolto a chi ti o re facili  guadagni o a chi ti chiede di  poter controllare i soldi o il libretto  della pensione, anche se è una  persona distinta e gentile. 

“Nun esse’ credulo’…” 

Non credere a coloro che dicono di  essere amici dei tuoi figli o altri  parenti e ti chiedono soldi. 

“A la banca vacce co’ ‘n amigo,  cuscì stai più sciguro” 

Fatti accompagnare (se puoi)  quando prelevi o versi soldi  in banca o nell’u cio postale. 

“Tira dritto…non da’ mente a nisciu’” 

Se sei fuori non fermarti 5 con sconosciutie non farti distrarre.

“Nun te vergogna’ de dillo” 

Se subisci una truffa non vergognarti, sono cose che succedono, e fai subito la denuncia. Ci serve il tuo  aiuto per scoprire i responsabili. 

“Al telefono nun racconta’ niente a nisciu’”
Se qualche sconosciuto ti telefona per chiedere notizie, non dire nulla  di te e delle tue abitudini. 

brochure anti truffa-2
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nun te fidà manco de l'ombra tua": i consigli anti-truffa per gli anziani arrivano in anconetano

AnconaToday è in caricamento