social Portonovo

La Chiesetta di Portonovo, storia e struttura di una rarità: come visitarla

Ciò che oggi resta della chiesa è in realtà parte dei resti di un'antica abbazia benedettina eretta all’inizio dell’anno Mille

La Chiesa di Santa Maria, da tutti conosciuta come la Chiesetta di Portonovo, è un luogo di pace e serenità a picco sul mare della Riviera del Conero. 
Ciò che oggi resta della chiesa è in realtà parte dei resti di un'antica abbazia benedettina eretta all’inizio dell’anno Mille, al suo interno, nonostante siano passati secoli, ancora si avverte  un'atmosfera raccolta e di meditazione.Santa Maria di Portonovo è un gioiello di architettura romanica unico non solo nelle Marche e nella Riviera del Conero, ma nell’intera penisola: solo in Corsica e in Normandia si trovano esempi simili nello stile. 

Gli esterni sono in pietra bianca del Conero, all’interno invece potrete ammirare ancora la  pavimentazione originale in pietra gialla e cotto. Il luogo in cui sorge la chiesetta di Portonovo è sicuramente suggestivo: da una parte l’azzurro delle acque del mare e dall'altra il verde del bosco, una location perfetta per i monaci che cercavano pace e serenità lontani da tutto.In corrispondenza dell’abside centrale che svetta verso l’alto, dalle finestre rivolte verso il mare entra la luce del sole nascente che nell’antichità illuminava il canto mattutino dei monaci. Alla fine del secolo scorso, Santa Maria di Portonovo fu restaurata e riaperta al culto.

Come e quando visitare

“Italia Nostra” Ancona comunica che da oggi, 16 settembre, entrano in vigore i nuovi orari di visita della Chiesa di Portonovo. Apertura e visite il venerdì e la domenica dalle ore 10 alle ore 12,30. Per eventuali apertura straordinarie si dovrà comunicare la richiesta alla email ancona@italianostra.org con anticipo di una settimana. Sabato 25 e domenica 26 settembre la apertura sarà effettuata dalla Soprintendenza che provvederà a comunicare i propri orari di apertura.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Chiesetta di Portonovo, storia e struttura di una rarità: come visitarla

AnconaToday è in caricamento