rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
social

Prigioniero di guerra in Germania, poi l’onorificenza. Le Fiamme gialle omaggiano il vicebrigadiere centenario

Festa in grande stile per il vicebrigadiere in congedo, Camillo Malizia. Il finanziere in congedo ha compiuto 100 anni proprio oggi

ANCONA - Festa in grande stile per il vicebrigadiere in congedo, Camillo Malizia. Il finanziere in congedo ha compiuto 100 anni e oggi, nel salone della Parrocchia San Pio X il militare è stato omaggiato da comandante Regionale Marche, Generale di Divisione Fabrizio Toscano. Per il Comune di Ancona, su delega del Sindaco Valeria Mancinelli, era presente l’Assessore alle Manutenzioni e alla Partecipazione Democratica Stefano Foresi. Hanno partecipato all’evento anche il colonnello Ciro Castelli, comandante del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Ancona, il tenente colonnello Vittorio Ierardi, Capo Ufficio Operazioni del Comando Regionale Marche, oltre a una rappresentanza di finanzieri in congedo dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia – Sezione “Dorica” di Ancona, con il suo Presidente colonnello Lorenzo Tizzani.

Malizia, nato a San Benedetto del Tronto il 25 maggio 1922, si era arruolato nel Corpo dell’allora Regia Guardia di Finanza nel lontano 25 febbraio 1942, fino al congedo avvenuto nel 1977, dopo oltre 35 anni di servizio. Da giovane finanziere è stato mobilitato per gli eventi bellici della seconda guerra mondiale, prima presso la Brigata Porto di Venezia con compiti di vigilanza costiera e successivamente in Grecia con il XII Battaglione della Guardia di Finanza. Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 fu catturato come prigioniero di guerra dalle truppe tedesche e deportato in Germania e internato nel campo di concentramento di Luckewalde, a sud di Berlino, dove rimase per ben due anni fino al 1945 quando, dopo la liberazione, ha fatto rientro in Italia il 20 luglio dello stesso anno. Tornato nei ranghi del Corpo, ha svolto servizio prima presso i porti di Ravenna e Cagliari, per poi giungere in Ancona nel 1950, città dove vive tuttora dopo aver concluso il servizio attivo quando era in forza alla locale Stazione Navale. Nel corso della sua carriera è stato insignito del riconoscimento della Croce al merito di guerra, della croce al merito di servizio nella Guardia di Finanza, oltre che della Medaglia d’Oro della Resistenza nel 2001 e della Medaglia al Merito dell’A.N.F.I. nel 2021. Il generale Toscano ha omaggiato il vicebrigadiere del “crest” del Comando Regionale Marche, i rappresentanti dell’A.N.F.I. hanno preparato una targa commemorativa dell’evento, mentre l’Assessore Foresi, a nome del Sindaco e di tutta la città di Ancona, ha fatto dono di un mazzo di fiori e di una medaglia di benemerenza. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prigioniero di guerra in Germania, poi l’onorificenza. Le Fiamme gialle omaggiano il vicebrigadiere centenario

AnconaToday è in caricamento