Asteroide vicino, come vederlo da casa: «Sembra un'innocua patata, ma nel 2079...»

I dettagli per vedere da casa l'asteroide che sta per sfiorare la Terra. Non sarà l'ultimo passaggio, ce ne sarà uno ancora più particolare

Foto di repertorio

L’appuntamento per gli scienziati è fissato per le 11,56 del 29 aprile. Secondo i calcoli dell’osservatorio di Arecibo (Porto Rico), quel giorno e a quell’ora l’asteroide 1998 OR2 si troverà nel punto più vicino alla Terra e cioè 6,4 milioni di chilometri. Chi non ha un’attrezzatura professionale potrà vederlo anche dai balconi di Ancona ma solo in ore notturne, quindi la sera precedente o successiva, sfruttando la luminosità del corpo celeste. L’asteroide 1998 OR2, che sta viaggiando a 31.320 km orari, è un bestione di 1,8 x 4,1 chilometri: «Ha la forma di una patata allungata e se cadesse sulla terra con quelle dimensioni provocherebbe un disastro, ma non accadrà – spiega Davide Ballerini, presidente dell’Associazione marchigiana astrofili- dai numerosi calcoli è certo che non ci sarà nessun impatto». Lo stesso asteroide, che segue un’orbita circolare, tornerà a sfiorare la Terra anche nei prossimi anni ma nel 2079 passerà a “soli” 1,2 milioni di chilometri, cioè appena 4 volte la distanza Terra-luna: «Per i prossimi 200 anni nessun oggetto passerà così vicino al nostro pianeta» spiega Ballerini. Pericolo? Per il momento solo in teoria: «Le orbite degli asteroidi cambiano in continuazione e l’affidabilità dei calcoli l’avremo solo nei mesi a ridosso del passaggio- continua Ballerini- l’asteroide sarà monitorato costantemente e per ora non esiste  materiale per fare allarmismo». 

Al passaggio più immediato intanto manca poco meno di una settimana. Come vedere il corpo celeste? Ci sono due modi. «Basterà un telescopio con ottica dal diametro di 15 centimetri o superiore, praticamente uno strumento da “entry level” che è molto diffuso- spiega Ballerini- l’asteroide attraverserà la costellazione dell’Idra tra il 28 e il 29 aprile, quindi di notte bisognerà puntare il telescopio in direzione sud-sud ovest con altezza 15 gradi dall’orizzonte. In 15 minuti di osservazione si potrà già percepire il movimento dell’asteroide rispetto alle stelle fisse». Chi non ha il telescopio potrà invece seguire l’evento online: «Sul sito Virtual Telescope Project sarà possibile seguire una diretta live, ma solo il 28 aprile» continua Ballerini, che è anche direttore dell’osservatorio di Pietralacroce: «Noi seguiremo l’evento a porte chiuse, solo con addetti ai lavori, ed effettueremo acquisizioni di immagini». C’era in ballo anche la cometa Atlas a maggio, ma il tempo passato è d’obbligo: «Brutte notizie- spiega Ballerini- si è frantumata e si presume che a breve il suo nucleo si dissolverà del tutto a causa della vicinanza al sole. Non può succedere lo stesso con l’asteroide- conclude il presidente degli astrofili marchigiani- perché una cometa è composta da ghiaccio mentre l’asteroide è fatto di roccia». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio alla baia, le fiamme divorano il ristorante Spiaggia Bonetti

  • Marche, nell'ultima settimana si abbassa l'età dei positivi :il 75% dei casi è under 35

  • Terribile schianto in via Conca, tir perde il controllo e schiaccia un'auto

  • Alba di fuoco a Portonovo, ogni ipotesi aperta. Bonetti: «Una tragedia ma ripartiremo»

  • Spiagge libere in alto mare, un salasso: ecco tutto quello che c'è da sapere

  • Bloccato sulla porta di casa, la polizia trova coltelli e una mazza: «Volevano ammazzarmi»

Torna su
AnconaToday è in caricamento