Cosa visitare in poco tempo? Ecco TourinTime, l'app per il turismo ad hoc

Si chiama "TourinTime" e presto potrebbe diventare realtà. Il punto di forza? La possibilità di personalizzare il tour in base agl interessi e al tempo che si ha a disposizione

Erika Mariniello, Federico Minelli e Marco Agazzani

Trovarsi in una città magnifica ma senza avere molto tempo a disposizione. Per sapere cosa si riesce a visitare in quelle poche ore ecco ecco due soluzioni: una è chiedere al bar del posto o a un residente ben informato. L’altra non è ancora attiva ma lo sarà non appena chi l' ha inventata riuscirà ad ottenere i finanziamenti per implementarla. Si tratta di un’applicazione dal nome evocativo: “TourinTime”. A immaginarla sono stati la giornalista e conduttrice Erika Mariniello e Federico Minelli, che ora cercano finanziamenti tramite la piattaforma di crowdfunding Eppela.com. «Per il primo step della raccolta ci sarà tempo fino al 27 luglio e la somma massima che possiamo raccogliere è di 10mila euro. Ci servirà per selezionare le persone che mappano il territorio, che danno informazioni e si interfacciano con i tecnici». 

Nei progetti di Erika e Federico l’app inizierà il suo lavoro di promozione proprio dalla riviera del Conero e negli itinerari sono già virtualmente inseriti il giro nel centro storico di Numana, il tour in gommone per ammirare le bellezze dal mare le la visita al cantere dell’ultimo maestro d’ascia numanese, Aldo Jurini. «L’idea è venuta un anno fa quando siamo stati a Gubbio con la nostra amica Cristiana Mariani e in 24 ore, grazie a Federico che è del posto e ci ha fatto da Cicerone, siamo riusciti a vedere le cose più interessanti che rispondevano ai nostri interessi» racconta Erika Il vantaggio infatti è proprio qui: l’app non solo sarà capace di indicare il tour praticabile in un lasso di tempo selezionabile, ma prevede anche luoghi curiosi e meno esposti al turismo di massa. «Siamo già stati dal sindaco di Numana, ora cercheremo di interfacciarci con altre personalità – dice ancora Erika-  è un’idea finalizzata a chi ama viaggiare in base al tempo che ha». Una soluzione per il turista con l’orologio che corre, ma anche con il manager che si trova fuori città per lavoro e non sa come ammazzare il tempo prima che il suo treno parta. «Vogliamo partire proprio dalla riviera del Conero perché qui c’è un patrimonio inestimabile ma poco valorizzato» ha concluso la Mariniello. 

Erika e Federico sono ottimisti sulla realizzazione dell’applicazione, tanto da spiegarne il funzionamento: una volta scaricato il software si dovrà rispondere ad alcune domande relative all’età e alla sfera di interessi. Il programma compilerà in tempo reale il tour personalizzato pescandolo dal territorio già mappato. Nel caso di Numana, ad esempio, sarà possibile anche prenotare la visita al cantiere Jurini o un giro in gommone con Marco Agazzani, imprenditore turistico nonché titolare del Resort Damablu. Un tour di simulazione è stato effettivamente testato lunedì scorso: «Se hai poco tempo a disposizione il Monte Conero te lo giri tutto in un paio di ore - ha spiegato Agazzani da bordo del suo gommone- è uno scorcio incredibile sul mare e sull’entroterra e presenta un punto di vista esclusivo».  
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia un maxi incendio sul lungomare, chalet devastato dalle fiamme

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Sequestrata la supercar dei ladri, dentro un arsenale: spallata alla banda dell'Audi scura

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Va in overdose dietro la chiesa

Torna su
AnconaToday è in caricamento