rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
social

I mulini più belli delle Marche: magia tra acqua e pietra

La magia di un casale in pietra su un corso d’acqua non ha eguali per chi cerca una passeggiata in relax tra la natura

Marche, terra anche di mulini. La magia di un casale in pietra su un corso d’acqua non ha eguali per chi cerca una passeggiata in relax tra la natura. La pagina Destinazione Marche, blog ufficiale turismo della Regione Marche, propone un itinerario tra questi veri e propri gioielli.

Le più belle 10 cascate delle Marche

Mulino Bravi – Cingoli

Mulini operativo dal 1565, produce farine con grano locale e con la stessa tecnica da oltre 400 anni. Un gioiello di pietra. La visita interna prevede l’illustrazione della storia del mulino, il funzionamento della macinazione a pietra azionata ad acqua, il lavoro del mugnaio, il ruolo del’acqua, la passeggiata lungo il canale e la visita alla mini-centrale idro-elettrica. Un itinerario di circa 1 ora e mezza. 

Cingoli, via Valcarecce

Informazioni e prenotazioni

a visite@1565mulinobravi.it, Tel. 3394389754 (anche whatsapp)

Mulino fortificato - Treia (solo visita esterna)

Un molino fortificato e attivato dalle acque del fiume Potenza. Risale al 1300 circa e con le sue tre macine (una rimasta originale) lavoravano non solo sui cereali ma anche per la follatura meccanica dei tessuti. Impiego, quest’ultimo, che per l’epoca era una vera e propria rivoluzione. 

Mulino Battaglioni- Gualdo

All’interno è ancora in funzione una bascula di ferro e legno che ha cento anni. L’ingegnere dell’Ufficio Metrico Provinciale, ogni volta che la collauda, si inchina in un gesto di riguardo. Il mulino è visitabile in piccoli gruppi. 

Via Aldo Moro, 55

Informazioni e visite 

e.battaglioni@libero.it, Tel. 3314067767 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I mulini più belli delle Marche: magia tra acqua e pietra

AnconaToday è in caricamento