rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
social Fabriano

Turismo "responsabile", la start-up dell'anconetano al Demo Day della Bocconi

Basecamp523, start-up fabrianese che opera nel mondo del turismo attivo e avventuroso è stata selezionata per l’evento del “Demo Day” dall’Università Bocconi di Milano

FABRIANO - Basecamp523, start-up fabrianese che opera nel mondo del turismo attivo e avventuroso è stata selezionata per l’evento del “Demo Day” dall’Università Bocconi di Milano. L’evento, tenutosi a Milano sabato 25 marzo, è stato il momento conclusivo di un programma imprenditoriale durato un anno e finanziato dalla Commissione Europea, al quale hanno potuto accedere soltanto i progetti più meritevoli, tra cui Basecamp523. L’evento conclusivo ha visto un’ulteriore selezione, in totale i progetti che hanno avuto la possibilità di presentare dinnanzi agli investitori sono stati 39 su tutto il territorio nazionale e sui mercati più disparati, dal manifatturiero, al mondo dei servizi, al tecnologico. I progetti sono stati selezionati in base alla tipologia di attività svolta e divisi in tre aule: B2C, attività a consumatore; B2B, da attività a attività; B2B and Two Sided, realtà dedicate ad entrambe le aree
Marco Trivelli, fondatore e direttore del progetto è intervenuto in quest’ultima aula, nella quale Basecamp è stata l’unica start-up selezionata nel settore turismo. 

Il progetto è stato presentato davanti ad investitori, tra cui “venture capital” e “business angel” pronti a scommettere sulla squadra giusta.
L’azienda propone da un lato viaggi attivi e trasformativi e dall’altro formazione all’aria aperta come risposta al “Nature Deficit Disorder” che non è altro che l’assenza di tempo trascorso all’aria aperta, problema principalmente legato a chi vive nelle grandi città e che può comportare disfunzioni fisiche e cognitive, specialmente la pandemia ha stimolato la ricerca e sono numerose le scoperte su questo settore. Basecamp523 ha proposto un format innovativo dove i viaggi e le esperienze proposte, vengono prima validati da un punto di vista ambientale e sociale da Source International, un’associazione no profit di scienziati ed avvocati che lottano contro disastri ambientali diretta e fondata da Flaviano Bianchini, anche lui di Fabriano. Alla fine del viaggio o dell’esperienza viene rilasciato un’”Open Badge”, ovvero un attestato digitale che certifica le competenze che apprese dal viaggio stesso; quest’ultimo è realizzato da Laboratorio delle Idee di Fabriano, un’azienda marchigiana che ha un’esperienza trentennale nel settore, e che supporta Basecamp523 anche nella formazione outdoor. In particolare Carmelo Mustica, formatore e titolare  del Laboratorio delle Idee ha contribuito in prima persona per la realizzazione di questa parte del format.
  
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo "responsabile", la start-up dell'anconetano al Demo Day della Bocconi

AnconaToday è in caricamento