Scuola

Vulnerabilità sismica: tutte le scuole adeguate e quelle che lo saranno

Il punto sulle verifiche di vulnerabilità e sugli interventi in programma è stato presentato dall’assessore comunale ai Lavori Pubblici. Per alcuni istituti nuovi fondi in arrivo

56 scuole in fase di ispezione, occhi puntati del Comune specialmente sui 27 edifici costruiti prima del 1974. Il punto sulla verifica di vulnerabilità sismica, il cui termine di legge per la consegna dei risultati è slittato dal 31 agosto al 31 dicembre, è stato presentato dall’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Manarini a margine della seduta odierna del consiglio comunale. La questione è arrivata in aula su interrogazione del consigliere Daniele Berardinelli (FI) che ha dato vita a un botta e risposta con lo stesso esponente di giunta. Tra i 27 edifici  in questione, 8 sono già stati interessati da lavori di adeguamento. Si tratta delle elementari Savio (primo lotto), la scuola Leopardi per 1,7 milioni, Piaget per 500.000 euro, Levi-Giostra per 700.000 euro, scuole medie Volta per 1,4 milioni, Mercantini-Sirenetta (intervento in corso) per 2 milioni e 100.000 euro, Elia-Regina Margherita per 4 milioni di euro, Socciarelli per 1,3 milioni. Per altre 5 strutture sono pronti altrettanti progetti di adeguamento, in questo caso relativi alle scuole De Amicis, Antognini, Savio (secondo lotto), Garibaldi e Grillo Parlante. 

Nuovi fondi in arrivo

«Per le Antognini, De Amicis, Garibaldi e Grillo Parlante abbiamo partecipato al bando 2019-2020 e le quattro scuole sono nelle graduatorie per ottenere i relativi finanziamenti. Ora bisognerà vedere quanto lo Stato metterà a disposizione e quante scuole rientreranno tra quelle finanziabili» ha spiegato Manarini, che poi si è soffermato sulla normativa: «Un edificio è a norma nel momento in cui ha ottenuto un collaudo e l’agibilità al momento della costruzione- ha spiegato Manarini- la normativa ha modificato i livelli di risposta sismica degli edifici. Se l’edificio non arriva ai nuovi parametri stabiliti deve essere adeguato, ma la norma non vieta l’utilizzo dell’edificio. Il plesso in questione va messo in elenco e, nell’ambito delle risorse disponibili, sottoporlo agli adeguamenti». 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vulnerabilità sismica: tutte le scuole adeguate e quelle che lo saranno

AnconaToday è in caricamento