rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Scuola

"Cancelli chiusi" e studenti al freddo: «Sono inesattezze, abbiamo rispettato il regolamento»

E’ arrivata la risposta della dirigente del Liceo Rinaldini Baione sull’episodio dei “cancelli chiusi” per gli studenti ritardatari

Non si è fatta attendere la risposta della dirigente scolastica del Liceo Rinaldini di Ancona Angelica Baione sulle accuse circa quanto sarebbe accaduto in questi giorni con gli studenti, in ritardo oltre le 8.05 (orario specificato dall’istituto scolastico, ndr), lasciati fuori dalle aule fino al cambio dell’ora e non riammessi in classe contrariamente a quanto riportato all’interno del regolamento d’istituto approvato il 6 aprile del 2019 con delibera n.93 (fino alle 8.05, il ritardo è consentito mentre dalle 8.06 alle 9.55 va trascritto sul registro elettronico e successivamente giustificato, con studenti ammessi in classe fino, appunto, alle 9.55)

«Ho preso servizio dallo scorso anno e sono onorata di essere in un Liceo come il Rinaldini storico per la città di Ancona, una delle eccellenze cittadine. Tra i punti dolenti che mi sono trovata ad affrontare c’è un ritardo endemico nell’orario d’ingresso degli studenti. Anche quest’anno la situazione è rimasta tale tanto che la stessa Polizia Municipale ha fatto notare la difficoltà che trovano le macchine in transito per via Canale tra le 8.15 e le 8.20. Le lezioni, per regolamento d’istituto, iniziano alle ore 8.00. La maggior parte di questi alunni sono costantemente in ritardo e spesso restano fuori dal cancello a fare altro».

Sull’arrivo delle forze dell’ordine allertate dagli stessi studenti: «I carabinieri sono arrivati e hanno constatato la correttezza dell'operato in quanto nessuno era stato lasciato fuori anche perchè il cancello risulta sempre aperto. Abbiamo temporeggiato, invitato circolari, scelto la strada del dialogo con i ragazzi per invitarli alla puntualità tenendo conto che, sporadicamente, sono cose che possono capitare. Ai pendolari abbiamo concesso deroghe per entrare. Non rimangono fuori dal cancello, rimangono nelle pertinenze dell’istituto. Chi resta fuori dal cancello sono quegli studenti che scelgono di fumare e sono tantissimi. Ritengo di aver rispettato il regolamento varato dal Consiglio d’istituto, il resto sono inesattezze».

Inoltre, secondo quanto trasmesso alla nostra redazione: "La Presidenza del Rinaldini prende atto, con sconcerto, preoccupazione e stupore di quanto riportato, ovvero che gli alunni, ritardatari come da loro stessi ammesso, avrebbero tentato di passare attraverso le finestre, fatto di per sé  impossibile per l' altezza delle finestre, perché sarebbero comunque stati segnalati dai docenti e, cosa ancor più  grave, avrebbero posto in serio pericolo la loro incolumità. Faremo, nell' interesse esclusivo dei ragazzi, segnalazioni alle forze dell' ordine affinché progetti di tal genere non possano essere messi in atto. Più che scavalcare le finestre, basterebbe attivare puntuali a scuola". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cancelli chiusi" e studenti al freddo: «Sono inesattezze, abbiamo rispettato il regolamento»

AnconaToday è in caricamento