Venerdì, 19 Luglio 2024
Scuola

La scuola costa cara: il suono della campanella diventa una mazzata per le famiglie anconetane

Stimati quasi 600 euro a famiglia per l’acquisto di zaini, astucci e diari. Nelle spese anche i costi del trasporto pubblico

ANCONA- Un “caro” rientro a scuola. In tutti i sensi. Per le famiglie anconetane, secondo il Codacons, si prevede una spesa media per il ritorno tra i banchi dei piccoli alunni che si aggira intorno ai 570 euro (un incremento del 7% rispetto allo scorso anno).  A questo va a sommarsi il rincaro sui prezzi dei biglietti per il trasporto pubblico locale che deve considerarsi tra l'8 e il 15% in più.

Nello specifico su tutto il materiale scolastico si registra un aumento medio tra il 7% e l’8%, in particolare sulle “marche griffate”. Per quel che riguarda invece i trasporti, +8% per le tratte da 0 a 6 km di percorrenza, +15% per le tratte fino a 70km. Cambio di prezzo anche sull'abbonamento annuale causato dalla durata che passa da 7 mesi a 7 mesi mezzo, per un incremento di prezzo del 10% rispetto all'anno scorso. Secondo le associazioni dei consumatori le strategie per “risparmiare” sono sempre le stesse: provvedere all’acquisto il prima possibile senza aspettare gli ultimi giorni, ripiegare sulle griffe meno note (addirittura risparmiando il 40%) o affidarsi al mercato online.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola costa cara: il suono della campanella diventa una mazzata per le famiglie anconetane
AnconaToday è in caricamento