Mercoledì, 16 Giugno 2021
Scuola Centro storico / Via Giacomo Matteotti, 21

Giornate del Fai, l'istituto Pie Venerini si apre ai visitatori: gli alunni protagonisti

Gli studenti delle scuole medie hanno dimostrato le loro competenze come pittori, musicisti e ospitali guide turistiche all'insegna della cultura

Gli alunni delle Pie Venerini

Per le giornate di primavera del Fai del 15 e 16 maggio l'istituto cattolico Maestre Pie Venerini di Ancona apre le porte dell’antico plesso del Sedicesimo secolo. «Ad illustrare le bellezze singolari conservate da questa  scuola - spiega la professoressa della scuola media Sara Passarelli - sono stati proprio gli alunni delle classi della scuola Secondaria di Primo Grado. Tra queste, la cappella impreziosita dai lampadari del designer Carlo Scarpa e dalle ceramiche dell’artista Giò Fiorenzi, scultrice e ceramista italiana dei primi decenni del ‘900, e conservante la reliquia di Santa Rosa Venerini; i quadri settecenteschi di Domenico Simonetti, detto “Il Maghetta”, che dominano il salone della mensa dell’istituto; il giardino pensile sovrastante le antiche mura di cinta e la Torre di vedetta di San Cataldo appartenente alla storica fortezza di Albornoz, costruita ad Ancona nel XIV secolo, insieme a quella di Spoleto, Orvieto, Narni e Sassoferrato».

Un’opportunità per visitatori e studenti di scoprire e conoscere meglio la storia del plesso. «Gli alunni - prosegue la docente Passarelli - sono stati i veri protagonisti di queste due giornate nel segno di quell’accoglienza e di quella ospitalità. Grazie ai numerosi laboratori che l’Istituto offre, tra cui quello di latino, di musica, di teatro e delle attività espressive, i ragazzi hanno potuto mettere in scena tutte le loro competenze, ciascuno seguendo la propria inclinazione e passione. Tra le note di violino e il fervore delle trombe e dei tamburi, gli studenti si sono trasformati in pittori en plein air allietando la visita con opere estemporanee. Un’esperienza unica fatta di tanta soddisfazione che, unita alla gratitudine del “Ciriachino d’oro” dello scorso 4 maggio, riempie di gioia la storia dell’Istituto Maestre Pie Venerini che da oltre due secoli cresce generazioni di persone». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornate del Fai, l'istituto Pie Venerini si apre ai visitatori: gli alunni protagonisti

AnconaToday è in caricamento