rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Scuola

Università, ideali e diritti: Il Gulliver festeggia trentacinque anni di battaglie

La storica lista dell'Univpm degli universitari di sinistra fu fondata da nove studenti marchigiani il 29 maggio del 1987

ANCONA- Tempo di ricorrenze e di festeggiamenti per il Gulliver, lo storico collettivo universitario anconetano fondato il 29 maggio del 1987, esattamente trentacinque anni fa: «Era il 29 maggio del 1987, quando Marzio Sorrentino, Maurizio Dubbini, Gianni Socionovo, Angelo Tenace, Roberto Rossi, Domenico Virgulti, Michele Sansone, Andrea Pacione e Lucia Bellucci costituirono un’associazione denominata “GULLIVER- Lista degli Universitari di sinistra”. Quel giorno, questo gruppo di nove studenti universitari diede inizio alla storia dell’associazione studentesca che da 35 anni lotta per i diritti delle studentesse e degli studenti dell’Università Politecnica delle Marche, spinti dalla voglia di portare avanti idee che allora erano considerate irrealizzabili, diventate oggi realtà. 35 anni di impegno, dedizione, passione di un gruppo di associati in continua evoluzione e crescita, che ancora oggi porta avanti, con orgoglio, gli ideali su cui il Gulliver è stato fondato. In una società che non dimostra il giusto impegno nel tutelare i diritti dei più deboli, che non permette effettivamente a tutti di accedere agli studi e ripone scarsa fiducia e considerazione nei confronti dei giovani, il Gulliver continuerà a dimostrare con il proprio lavoro che un’alternativa è possibile».

Passano gli anni ma le idee e i pensieri restano le stesse di sempre: «Crediamo in una società diversa, che metta al centro gli studenti e le studentesse, che dia loro la possibilità di esprimersi appieno per ciò che valgono. Crediamo in un’università a misura di studente, che lo metta davvero nella condizione di vivere con serenità e senza pressioni il proprio percorso di studi, che non deve avere come unico obiettivo una laurea ma una vera e propria crescita personale. Crediamo in una città le cui istituzioni mostrino un sincero interesse nei confronti dei problemi e delle necessità degli studenti e delle studentesse, e che dia loro effettivamente la possibilità di vivere a 360 gradi la vita universitaria, caratterizzata non solo da lezioni, esami e numeri, ma da socialità, condivisione, espressione di idee e convivialità. Crediamo negli ideali di pace e uguaglianza, che oggi sono minati dalle guerre e dai conflitti che continuano a portare solo distruzione e sofferenza nei popoli che abitano la Terra, il nostro impegno è continuare a lottare e manifestare per dire “no alla guerra” e per denunciare gli episodi caratterizzati da qualsiasi tipo di discriminazione».

Uno sguardo al presente e uno al futuro, verso nuove battaglie per i diritti degli studenti: «Oggi possiamo dire di essere orgogliosi di quanto abbiamo realizzato, di quanto negli anni questo veliero sia cresciuto e di quanto noi stessi siamo cresciuti insieme a lui. Questi 35 anni rappresentano una grande responsabilità, nonché un grande onore, per aver scritto e per continuare a scrivere la storia di un’associazione che non è solo un’organizzazione di studenti e studentesse, ma un luogo di aggregazione e condivisione di idee, in cui sono la passione e la vocazione a guidare alla lotta per la difesa dei diritti di chi non ha la forza per lottare da solo. L’associazionismo rappresenta, oggi, una grande forma di espressione di idee. È necessario sottolineare l’importanza del riconoscimento delle associazioni come parte fondamentale del tessuto cittadino, in quanto costituiscono un patrimonio culturale e sociale di cui la città non può fare a meno. Associazionismo non è lavoro, associazionismo non è amicizia. Associazionismo è essere “compagni”, è lavorare insieme per perseguire obiettivi comuni, è impegnarsi per gli altri senza volere nulla in cambio. Il Gulliver non è solo un’associazione culturale universitaria, il Gulliver è molto di più, e solo chi ne fa parte può capirlo. Salite sul veliero insieme a noi, perché il Gulliver siamo noi, tutti noi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, ideali e diritti: Il Gulliver festeggia trentacinque anni di battaglie

AnconaToday è in caricamento