Università, Convenzione tra UNIVPM e Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo

Hanno firmato la convenzione (foto) Sauro Longhi Rettore UNIVPM e Bruno Fiorelli, Presidente Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo S. C.  

Firmata oggi la convenzione tra l’Università Politecnica delle Marche e la Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo S. C. per svolgere attività di mentoring e di valutazione di progetti per industrializzare idee ed avviare spin‐off derivanti dall’attività di ricerca scientifica dell’università. Hanno firmato la convenzione (foto) Sauro Longhi Rettore UNIVPM e Bruno Fiorelli, Presidente Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo S. C.
 
Con il Progetto “WINS”, si appaga il bisogno diffuso di valutare e, quindi, di selezionare le idee brevettabili ed i progetti per avviare start-up che emergono continuamente dalle ricerche scientifiche svolte da studenti e da ricercatori della UNIVPM. Si tratta di una soluzione innovativa, nel contesto accademico nazionale ed in quello bancario, volta a stimare i punti di forza e di debolezza, soprattutto sul piano economico-finanziario dei risultati della ricerca scientifica traducibili in un brevetto industriale, o nell’avvio di start-up innovative, nel contesto imprenditoriale della Regione. L’UNIVPM e le Banche afferenti alla Federazione Marchigiana BCC, impegnandosi nel progetto “WINS”, forniranno, infatti, un’attività di “mentoring” a giovani ricercatori per indurli a considerare, tra l’altro, il tipo di fabbisogno finanziario necessario per concretare i progetti innovativi valutati positivamente.
 
La professionalità nel valutare il rischio creditizio e finanziario, diffusa in banca, è indispensabile al successo di questo progetto. I team, interni alle BCC, coinvolti nella valutazione e nella selezione dei progetti di start-up e delle idee innovative brevettabili, suggeriranno, di volta in volta, ai proponenti le combinazioni ottimali tra le risorse finanziarie diverse (proprie, venture capital, risorse pubbliche, nazionali o dell’UE, affidamenti bancari, ecc.) cui fare riferimento per realizzare i progetti, valutati con probabilità elevata di successo industriale, imprenditoriale, economico, finanziario.  
 
Ogni BCC coinvolta nel progetto “WINS”, acquisirà un’esperienza interna, nuova, dovendo affrontare la complessità nel selezionare idee e progetti di start-up non solo dal punto di vista del rischio creditizio, ma considerando anche i rischi imprenditoriali, industriali, economici e finanziari. Nello stesso tempo, la Banca avrà l’opportunità di valutare la sua eventuale convenienza nel partecipare, da sola o in pool con altre BCC, all’acquisizione di un brevetto, o alla realizzazione di un prototipo brevettabile, all’avvio e allo sviluppo di start-up aventi probabilità elevate di successo. Si tratta di un’iniziativa nuova nel contesto accademico nazionale. L’UNIVPM e la Federazione Marchigiana BCC contribuiscono, in modo diverso dal passato, al trasferimento tecnologico dalla ricerca nel contesto imprenditoriale regionale, agevolando il realizzarsi di imprese innovative.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Malore alla guida in A14, poi l'incidente: 48enne ricoverato in gravi condizioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento