Sanità, dall’assemblea nessun segnale concreto della politica

Oriano Mercante (Anaao Assoomed Marche) conferma lo sciopero del 23 novembre «confermato nel disinteresse di chi ci governa»

Oriano Mercante

Circa 250 tra i delegati regionali di medici, veterinari e dirigenti sanitari delle varie sigle sindacali della sanità hanno dato appuntamento a Roma agli esponenti di tutti i gruppi politici per partecipare ad un’assemblea nella quale confrontarsi sui temi che saranno alla base dello sciopero nazionale indetto per il 23 novembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Se cercavamo delle argomentazioni per ipotizzare la revoca dello sciopero di certo non le abbiamo trovate – ha detto Oriano Mercante, Segretario di Anaao Assomed Marche di ritorno dall’assemblea pubblica - Mentre noi denunciamo lo smantellamento del sistema sanitario nazionale in atto da oltre 10 anni grazie ai precedenti Governi, cui il Governo in carica pare non volere porre rimedio, e le diseguaglianze conseguenti – ha detto sconsolato Mercante - i rappresentanti politici sono sembrati più interessati a rimpallarsi le responsabilità che a trovare soluzioni e questo è molto spiacevole”. “Prendere atto del peggioramento delle condizioni di lavoro nelle strutture sanitarie, che mette a rischio la sicurezza delle cure e l’assenza da 10 anni del contratto di lavoro, con gravi danni organizzativi, economici e previdenziali non è sufficiente per chi come l’intera categoria denuncia tra l’altro la perdita di valore economico e professionale del lavoro, la mancanza delle assunzioni necessarie a far fronte all’esodo in corso e l’incertezza del futuro dei giovani lasciati fuori dalla formazione post laurea. Le rivendicazioni sono le stesse ormai da anni e sono condivise da tutte le sigle sindacali e saremo uniti anche il 23 novembre in un’iniziativa pubblica ad Ancona».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

  • Salvini imbarazza Acquaroli e lo brucia sulla giunta delle Marche: Ancona a mani vuote

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento