Martedì, 26 Ottobre 2021
Salute

Oscar della Salute, menzione per la cura del verde agli anziani

Al Meeting Città Sane-OMS, Ancona viene premiata per il progetto sulla Longevità attiva promosso dallo scorso anno dal Comune

Importante riconoscimento per il Comune di Ancona   al  meeting nazionale della Rete Città Sane OMS  a Bologna  "Urban health: comunità, luoghi e partecipazione" durante il quale sono state premiate le città che hanno vinto il premio nazionale Città Sane OMS, l'”Oscar della Salute”.   La Rete è riconosciuta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, presente a Bologna con un referente per l'Europa,  mentre  Ancona è da tempo nel comitato direttivo e detiene la vicepresidenza, nella persona dell'assessore alla Salute, Emma Capogrossi, che ha partecipato al meeting. Tra i 24 progetti da città di tutta l'Italia quello presentato da Ancona, su “Longevità attiva” ha ricevuto la menzione speciale per la dimensione "Trasferibilità".   Le altre menzioni riguardavano gli ambiti della rilevanza della attività, della originalità e innovazione, del coinvolgimento e partecipazione e della migliore proposta da parte di piccolo Comune.  Il progetto denominato “Longevità attiva” dell'assessorato alle Politiche sociali del Comune di Ancona, e avviato nell 2017, si propone di incentivare la vita attiva nella terza età.  

Attraverso attività socializzanti che inducano la persona a muoversi all'aria aperta si scongiura così l'isolamento, l'apatia e l'inattività: questo progetto di volontariato civico ambientale -partendo da questi presupposti-  ha offerto e l'opportunità di poter sperimentare una serie di attività da svolgersi all'interno dei parchi e dei giardini cittadini attraverso pratiche di giardinaggio sostenibile, apportando anche un contributo attivo alla comunità ed alla propria città.  Il progetto ha contemplato  interventi di manutenzione del verde, pulizia e sorveglianza all'interno di uno dei più bei parchi della città di Ancona, il parco della Cittadella e del  parco di  Posatora in collaborazione con l'associazione Ada, “Associazione Diritti degli Anziani”, e nello specifico dei circoli per anziani  I giovani di ieri e Belvedere,  e con la partecipazione dell'Inrca che ha effettuato un monitoraggio scientifico costante finalizzato a determinare l'impatto del progetto sullo stato di salute psico-fisico dei volontari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oscar della Salute, menzione per la cura del verde agli anziani

AnconaToday è in caricamento