rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Salute

Sollievo e cure palliative, all’Inrca si celebra la Giornata Nazionale del Sorriso

Lo scopo è quello di sensibilizzare il tema del sollievo alla sofferenza globale. Nel programma alcuni eventi con vari esperti

ANCONA- Ieri, 29 maggio, l’Inrca ha celebrato la Giornata Nazionale del Sollievo sensibilizzando il territorio attraverso alcuni eventi che l’Inrca Irccs di Ancona e Fermo hanno promosso nei mesi di maggio e giugno per promuovere tale cultura del sollievo alla sofferenza globale.

Per quel che concerne “Cure palliative: nuove dimensioni del prendersi cura” e “La palliazione geriatrica in ospedale e le cure di fine vita” si tratta di un percorso teorico-esperienziale in tre giornate dedicato a tutti gli operatori sanitari di Ancona e Fermo. Abbiamo pensato di offrire una formazione espletata da esperti nazionali ed internazionali in materia, finalizzata a fornire conoscenze e competenze in materia di cure palliative simultanee da affiancare alle cure specialistiche, con l’obiettivo di rispondere ai bisogni globali della persona anziana e della sua famiglia.  Tale approccio permette di accrescere la consapevolezza che la cura deve portare sollievo alla sofferenza globale ossia fisica, psicologica, familiare e spirituale, restituendo dignità alla persona che vive stati di malattia avanzata e di fine vita.

C’è poi “Un momento di sollievo”, iniziativa rivolta ai familiari di persone anziane con patologie croniche, allo scopo di offrire “un momento di sollievo” al carico psicofisico conseguente al loro ruolo. Si realizzeranno incontri tematici sulle Cure palliative rivolte alla cura globale, con elementi informativi, ma soprattutto con la possibilità di creare uno spazio dedicato per favorire scambio e condivisione dei bisogni e dei timori che emergono all’interno di una storia di malattia cronica, per poter insieme mettere a fuoco le risorse per gestire aspetti comuni di difficoltà. Nella missione dell’Inrca Ircss, quale Istituto nazionale geriatrico di ricerca e cura dell’anziano, curare la persona malata è sempre possibile, anche quando la sua malattia è definita “inguaribile”.  Nel mondo delle malattie croniche degenerative, è fondamentale sensibilizzare gli operatori sanitari e la comunità al concetto della “cura globale” che restituisce dignità alla persona malata e produce sollievo alla sofferenza del malato e della sua famiglia. E’ proprio questa la missione delle Cure Palliative: cure rivolte ai malati di qualunque età e non solo prerogativa della fase terminale della malattia. Le Cure Palliative Simultanee possono infatti affiancarsi alle cure attive fin dalle fasi precoci della malattia cronico-degenerativa, hanno lo scopo da un lato di controllare i sintomi durante le diverse traiettorie della malattia, prevenendo o attenuando gli effetti del declino funzionale e dall’altro di offrire una cura ad approccio globale che risponda ai bisogni non solo fisici ma anche psicologici, spirituali-esistenziali e familiari-sociali. Per soddisfare i bisogni dei malati e delle famiglie è necessario garantire il passaggio graduale dalle cure attive alle cure palliative, attraverso la condivisione degli obiettivi di cura, evitando così i rischi di una dolorosa percezione di abbandono. L’equipe di cure palliative affronta il dolore e tutti i sintomi che provocano sofferenza fisica, psichica, spirituale e sociale; accompagna il paziente e la sua famiglia nel processo di consapevolezza e accettazione dell’inguaribilità della patologia d’organo, supporta le decisioni di cura, aiuta ad attivare meccanismi di resilienza per affrontare la malattia, permettendo di valorizzare il tempo e la qualità di vita residua. La famiglia, intesa come rete affettiva e amicale, partecipa al processo assistenziale e collabora al raggiungimento degli obiettivi, contemporaneamente è essa stessa oggetto di cura essendo coinvolta nella sofferenza e sottoposta alle difficoltà dell’assistenza continua del malato. Le cure palliative si prendono cura in modo globale dei pazienti e delle loro famiglie per garantire la migliore qualità di vita possibil fino alla fine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sollievo e cure palliative, all’Inrca si celebra la Giornata Nazionale del Sorriso

AnconaToday è in caricamento