rotate-mobile
Salute

Covid, si inizia a respirare: il picco è alle spalle, nuova spinta per le vaccinazioni

Dopo due mesi di impennata i numeri si abbassano. Aumentano i ricoveri ma la pressione ospedaliera resta controllata

ANCONA- Si ricomincia a respirare e, analizzando i dati degli ultimi cinque giorni, secondo gli esperti il picco dei contagi da Covid può dirsi superato dopo l’impennata degli ultimi due mesi.  

Con il bollettino di ieri, che annotava nelle Marche 2.520 nuovi positivi a Sars-Cov-2, l'incidenza settimanale è scesa a 1.274 casi ogni 100mila abitanti, con un calo del 4% rispetto a una settimana fa. A fine giugno, nella fase di massima espansione, l'incremento settimanale dei casi aveva superato il 70%, grazie anche all’azione di Omicron 4 e 5, che intanto anche nelle Marche hanno raggiunto una prevalenza del 100%, rimpiazzando del tutto Omicron 2 senza che al momento, dai sequenziamenti condotti nel Laboratorio di Virologia degli Ospedali Riunti di Ancona, siano emerse altre mutazioni del virus.

Ieri i ricoveri per Covid in area medica sono saliti ancora, da 202 a 209, per un'occupazione del 21% dei posti totali, mentre restano stabili a 7 quelli di terapia intensiva, il 3% del totale disponibile nelle Marche. La pressione dell'epidemia sugli ospedali è comunque ancora sostenibile. Per prepararsi ad altre ondate, previste per l'autunno, anche la Regione Marche ha aperto ormai da una settimana alle vaccinazioni della quarta dose anche per gli over 60 sani e per i soggetti fragili a partire dai 12 anni. Il via libera ha dato una spinta alle vaccinazioni, che nell'ultima settimana sono più che raddoppiate rispetto alla precedente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, si inizia a respirare: il picco è alle spalle, nuova spinta per le vaccinazioni

AnconaToday è in caricamento