Emergenza Covid-19, Zaffiri in Consiglio regionale: «Risposte concrete per la crisi»

«La situazione del nostro sistema economico - afferma Zaffiri - già in sofferenza prima dell’epidemia, oggi è letteralmente in ginocchio al punto tale che molte micro e piccole imprese non sanno se riusciranno a riaprire»

Sandro Zaffiri

ANCONA - Il Capogruppo della Lega Marche Sandro Zaffiri ieri in Consiglio Regionale ha chiesto a gran voce alla Giunta risposte concrete per affrontare la grave crisi che a causa del lungo periodo di inattività dovuto al coronavirus ha coinvolto decine di migliaia di piccoli artigiani e commercianti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La situazione del nostro sistema economico - afferma Zaffiri - già in sofferenza prima dell’epidemia, oggi è letteralmente in ginocchio al punto tale che molte micro e piccole imprese non sanno se riusciranno a riaprire, con ripercussioni sul Pil regionale e sull’occupazione. Ma se aggiungiamo a tutto questo una Giunta regionale che non dà risposte concrete e tempestive, la situazione è indubbiamente destinata ad aggravarsi ed è proprio per questo che oggi il Capogruppo Zaffiri, illustrando le mozioni presentate dal Gruppo della Lega Marche, è arrivato a chiedere, provocatoriamente ma non troppo, un Consiglio regionale permanente fino a quando non verranno adottate misure forti e concrete per  sostenere il nostro tessuto socio economico. Un monito affinché la Giunta chiamata a rispondere, provveda immediatamente a proporre un piano d’intervento strutturato per contrastare l’impatto della recessione che avanza. Servono interventi straordinari come quello proposto in una delle mozioni presentate  dalla Lega e cioè contributi a fondo perduto per sostenere le micro e piccole imprese  artigianali e commerciali e la proroga da luglio a fine dicembre delle scadenze tributarie. Non possiamo perdere altro tempo perchè i cittadini e le nostre aziende devono essere messi nelle condizioni di poter sopravvivere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento