Politica

Distacco di Montecopiolo e Sassofeltrio dalle Marche, rinviato il voto sulla secessione

L'appello del governatore delle Marche, Francesco Acquaroli, nonostante la Lega abbia chiesto di andare avanti con l'iter secessionistico, resta quello di mantenere l'unità dei territori regionali e dunque di stoppare l'iter

E' stato rinviato al Senato il voto sul disegno di legge per il distacco di Montecopiolo e Sassofeltrio dalle Marche e la conseguente annessione in Emilia-Romagna. Il provvedimento dovrebbe ritornare in Aula martedì prossimo. L'appello del governatore delle Marche, Francesco Acquaroli, nonostante la Lega abbia chiesto di andare avanti con l'iter secessionistico, resta quello di mantenere l'unità dei territori regionali e dunque di stoppare l'iter.

"Credo che sia una questione controversa e difficile che deve avere una definizione dal punto di vista amministrativo ma che ci deve richiamare alla necessità di non dividere il Montefeltro che unito potrebbe essere qualcosa di straordinario anche dal punto di vista turistico- dice Acquaroli-. Credo che il sentimento di tanti cittadini sia quello di rimanere nelle Marche. Io sono fortemente rammaricato del fatto che la nostra regione possa rischiare di perdere altri due Comuni". Acquaroli comprende la richiesta del Carroccio perché "si tratta giustamente di dare seguito a qualcosa che è iniziato anni fa da parte di cittadini di quel territorio" e ribadisce "che non ci sono divisioni in maggioranza" -lo stesso governatore nel 2019 alla Camera votò a favore del distacco-, ma al tempo stesso ribadisce la posizione della Regione. "Alla Camera nel 2019 Fdi votò a favore perché all'epoca la Regione non si era espressa e perché c'era una volontà popolare sancita da un referendum- conclude Acquaroli-. Oggi la Regione si esprime chiaramente: noi vorremmo risentire il parere di quei cittadini e vorremmo che quei territori restassero nelle Marche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distacco di Montecopiolo e Sassofeltrio dalle Marche, rinviato il voto sulla secessione

AnconaToday è in caricamento