Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Green pass chiesto ai pompieri per mangiare in mensa, la Lega: «E' assurdo»

Lo dice il responsabile organizzativo della Lega Marche Luca Buldorini sottolineando le criticità emerse dopo la circolare diramata nelle caserme

«La Lega è al fianco dei vigili del fuoco che segnalano l'assurdità del green pass per accedere alla mensa delle caserme». Lo dice il responsabile organizzativo della Lega Marche Luca Buldorini sottolineando le criticità emerse dopo la circolare diramata nelle caserme. Nei giorni scorsi anche il sindacato dei pompieri era intervenuto duramente con una lettera indirizzata al ministro Lamorgese.

«Gli uomini del Corpo lavorano sopportando una fatica e una pressione psicologica notevoli e il pasto è parte integrante della loro preparazione psicofisica- continua Buldorini- Perché creare ulteriore stress lasciando fuori dalla mensa quelli senza green pass senza considerare che quegli stessi uomini sono stati a contatto di gomito fino ad un minuto prima dentro autobotti e camionette? Libertà individuale e regole possono convivere grazie al tracciamento fatto con i tamponi salivari previsti dalla Regione Marche?». Il dirigente del Carroccio marchigiano guarda proprio ai 500 mila test salivari che l'amministrazione regionale sta acquistando per risolvere il problema. «L'iniziativa dei nostri assessori appare l'uovo di colombo e per questo si sta posizionando come una best practice di livello nazionale per scuole e attività sportive- conclude Buldorini- Ci stiamo attivando nelle sedi opportune perché anche nelle caserme dei Vigili del Fuoco rispetto delle regole e autodeterminazione restino valori imprescindibili e non conflittuali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass chiesto ai pompieri per mangiare in mensa, la Lega: «E' assurdo»

AnconaToday è in caricamento