Politica

Lotta alla sigaretta, non si potrà fumare nemmeno all'aperto

La misura, limitata alle pertinenze di ospedali e altre strutture sanitarie, è contenuta in una proposta di legge approvata dalla commissione Salute della Regione

Un marchigiano su quattro fuma. Parliamo di uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 69 anni. L'abitudine al fumo nelle Marche è più diffusa tra i giovani, in particolare fra i 18 e 34 anni, e si riduce con l'età. E' più frequente fra gli uomini (28%) rispetto alle donne (22%) e fra le persone più svantaggiate economicamente (36%). La Regione Marche ha deciso di ridurli di numero e per questo, i consiglieri stanno lavorando a una proposta di legge che oggi è stata approvata dalla IV commissione “Salute”, presieduta da Fabrizio Volpini (Pd). 

La pdl, a iniziativa del consigliere Mirco Carloni (Ap), prevede nel testo originario il divieto di fumare nelle pertinenze di ospedali e altre strutture sanitarie mentre invita a non accendere la sigaretta in parchi pubblici dove è possibile la presenza di bambini. Prevista anche l'introduzione di un piano regionale triennale per la lotta al tabagismo con misure finalizzate alla prevenzione, all'assistenza ai fumatori per la disassuefazione - anche attraverso la promozione di servizi, iniziative e progetti dedicati presso i centri territoriali - alla tutela dei non fumatori. Previsti, inoltre, interventi per la protezione ambientale dagli scarti del fumo con particolare attenzione alla tutela dell'ambiente nei luoghi pubblici e di aggregazione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla sigaretta, non si potrà fumare nemmeno all'aperto

AnconaToday è in caricamento