Vertenza Conad-Auchan, i parlamentari del M5S: «Vigiliamo sulla riuscita del piano»

Per i vertici, non ci sarà alcun licenziamento nel 2020. I pentastellati marchigiani: «Risultati positivi dal percorso di intermediazione con il Mise»

Il Gruppo Marche del M5S in Parlamento

Nel 2020 non ci sarà nessun licenziamento per i dipendenti dell’azienda ex-Auchan, oggi Margherita Distribuzione. La rassicurazione arriva da Conad stessa, in una nota del 27 gennaio. Conad ha confermato gli interventi per la riqualificazione della rete commerciale ex-Auchan. La gran parte, circa il 60%, passerà direttamente a Conad. Il restante 40% nella rete di altri operatori. L’operazione sará completata entro la prima metá del 2020. L’obiettivo è che entro la fine dell’anno possa essere trovata una soluzione per tutti. Per quanto riguarda i lavoratori, il piano di "salvaguardia del lavoro" presentato da Margherita Distribuzione prevede innanzitutto interventi di ricollocazione e riqualificazione professionale presso le strutture e la rete Conad e di altri operatori di mercato. La seconda misura è l'attivazione di un piano straordinario di uscite su base volontaria e incentivata, con accesso dei lavoratori a tutti gli strumenti di sostegno al reddito. È prevista poi come misura integrativa anche l'attivazione della Cigs, la cassa integrazione straordinaria. 

Il punto però è che la scorsa settimana Margherita Distribuzione ha inviato la lettera che annunciava l’apertura del licenziamento collettivo a 817 lavoratori. In provincia di Ancona la lettera è arrivata a 40 lavoratori degli uffici Auchan Ancona e 33 del deposito di Offagna. E agli 817 dipendenti vanno anche aggiunti i lavoratori della logistica e dei servizi, sia diretti che in appalto, che potrebbero essere almeno altri 500. Ma l’azienda ha chiarito che si tratta di un percorso obbligato per consentire le uscite volontarie e incentivate. Per i parlamentari marchigiani del Movimento 5 Stelle il percorso di negoziazione e intermediazione portato avanti dal Ministero dello sviluppo economico ha avuto risultati comunque positivi.

«Per molti mesi il futuro di migliaia di dipendenti - commentano i parlamentari - è stato incerto. Temevamo il peggio. Nelle Marche la vicenda interessa oltre 1.600 lavoratori. Abbiamo continuato a tenere contatti con il Mise, che oggi ha confermato la buona notizia. Il Movimento 5 Stelle si è sempre schierato al fianco dei lavoratori e ora i primi risultati arrivano e ci consolano. Ma è importante continuare a tenere alta l’attenzione. La vicenda non sta avendo molta visibilità sulla stampa locale e nazionale. È una questione molto seria, che coinvolge migliaia di lavoratori e merita maggiore considerazione e impegno da parte di tutti. C'è ancora molto lavoro da fare e noi vigileremo sulla piena riuscita del piano». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento