Caterina Di Bitonto
Politica

Un 2016 meno inquinato, Verdi ed ecologisti: «il Comune di Ancona guardi al Piano Energetico»

L'associazione dei verdi e degli ecologisti auspica un 2016 più green e inviata Comune di Ancona e Regione a guardare in quella direzione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"Il Wwf chiede invece ai sindaci che dovranno implementare tali misure di spingere ulteriormente e con maggiore convinzione sugli incentivi all'utilizzo dei mezzi pubblici non solo nei periodi di emergenza smog, ma in maniera strutturale per tutto l'anno. Chiediamo di concentrare le risorse disponibili soprattutto su questo fronte, non solo rinnovando i mezzi pubblici più obsoleti e con campagne informative e incentivi ma anche predisponendo dei veri e propri piani di mobilità metropolitana che assumano il rango di opere pubbliche prioritarie".

Questo quanto dichiarato i giorni scorsi dal WWF Italia, che condividiamo appieno come Verdi. La nostra Regione ha bisogno di una nuova concezione del trasporto pubblico su rotaia e su gomma, un potenziamento corposo e costante del trasporto pubblico locale, le città debbono dare ai cittadini autobus e filobus solo così le auto rimangono a casa. Il comune di Ancona per esempio dovrebbe ragionare su azioni che vedano le sedi istituzionali sottoposte ad un regime energetico alternativo sia per l’illuminazione ne che per il riscaldamento, uffici pubblici e scuole nonchè aziende e strutture sanitarie e socio sanitarie. Il comune di Ancona ha uno strumento, il Piano Energetico Comunale, approvato oramai 8 anni fa che contiene dei suggerimenti sicuramente utili per alleggerire definitivamente l’inquinamento atmosferico.

La Regione deve fare la sua parte non solo sulla progettazione di centraline di ricarica per auto elettriche, perché le auto elettriche non sono purtroppo ancora di uso comune, nella speranza che lo diventino, il trasporto pubblico locale va sostenuto. Il Governo Centrale deve garantire  finanziamenti  alle Regioni per combattere il PM 10, sul trasporto pubblico in prima istanza e poi pensare ad altri interventi, le  condizioni atmosferiche stanno cambiando tra poco si respirerà di nuovo aria con meno polveri sottili, come al solito le priorità diventeranno altre per il Governo e in Italia continueremo ad ammalarci di inquinamento e utilizzare energie fossili in un paese dove il Sole non manca. Se la Regione Marche si farà carico di sollecitare il Governo su questo saremo al suo fianco, e magari se anche il Comune di Ancona potesse riflettere sulla necessità di una metropolitana di superficie con un finanziamento regionale. Chissà….Buon 2016.

Caterina di Bitonto 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un 2016 meno inquinato, Verdi ed ecologisti: «il Comune di Ancona guardi al Piano Energetico»

AnconaToday è in caricamento