menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, critico il Pd: «No a obbligo dei sanitari è un'occasione persa»

Maurizio Mangialardi commenta amareggiato la bocciatura avvenuta ieri, nel corso della seduta consiliare, della mozione dem sull'obbligo vaccinale anti-Covid per gli operatori del servizio sanitario

«Un'altra occasione persa per provare a costruire qualcosa di buono insieme a favore dei nostri concittadini». Così il capogruppo Pd in consiglio regionale, Maurizio Mangialardi, commenta amareggiato la bocciatura avvenuta ieri, nel corso della seduta consiliare, della mozione dem sull'obbligo vaccinale anti-Covid per gli operatori del servizio sanitario nazionale e delle strutture sanitarie e socio sanitarie privata. Il provvedimento chiedeva al governatore marchigiano, Francesco Acquaroli, di assumere l'iniziativa in sede di Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per sensibilizzare il Governo e il Parlamento affinche' tale legge potesse essere presto approvata.

«Ciò che più dispiace è che, ancora una volta, la decisione della destra sia frutto di un mero pregiudizio politico- continua Mangialardi-. Lo dimostra chiaramente il fatto che la proposta di legge sull'obbligo vaccinale per il personale sanitario sia stata portata in discussione in Parlamento proprio da Fi: lo stesso partito che ieri, pur con evidenti malumori, si è dovuto accodare ai suoi alleati in Regione, bocciando la mozione Pd. Si poteva dare tutti insieme un bel segnale e rendere la nostra regione protagonista di una proposta utile anche per il paese. Noi continuiamo a essere convinti che la gravita' della situazione chieda azioni legislative coraggiose».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento