menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Teatro delle Muse

Il Teatro delle Muse

Gramillano, ultimo atto: in forse la fusione Muse Stabile

Domani alle 14 scadrà l'ultimo minuto utile per l'approvazione della fusione delle fondazioni teatrali, ma la valanga di emendamenti presentati dall'opposizione mette in dubbio anche questo ultimo atto

Mancano ormai meno di 48 ore alla chiusura definitiva della sindacatura di Fiorello Gramillano. Domani alle 14 (a meno che la seduta non venga rimandata o revocata) si chiuderà l’ultima finestra a disposizione del Preside per varare quello che nei suoi desideri dovrebbe essere il suo commiato alla città: l'atto per la fusione di Muse e Stabile. Poi il commissario. Poi, a primavera, le elezioni.

Ma anche l’ultimo atto dell’amministrazione si annuncia di difficile gestazione, e tutt’altro che scontato: l’opposizione infatti ha manifestato tutta la sua contrarietà ad un progetto di fusione che – secondo i critici – potrebbe lasciare troppo potere in mano all’ente regionale, e sono stati pertanto presentati una valanga di emendamenti allo scopo di bloccarne l’approvazione. A decidere se andare comunque in aula e tentare disperatamente l’approvazione dell’atto così caro al sindaco uscente potrebbe essere una riunione dei capigruppo indetta per oggi.

La seduta di ieri invece è stata dominata dagli interventi di carattere urbanistico, dalle case popolari alla ri-destinazione di alcune sedi di associazioni. Approvata anche  la mozione definita sulla stampa “salva Pergolesi”, con l’impegno di stanziare 400mila euro nel Bilancio 2013 per garantire la fine dell'anno accademico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento