menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Michele Montanari

Foto Michele Montanari

Le Marche puntano sul turismo di prossimità

«Abbiamo bisogno di compiere uno sforzo collettivo» dice Pieroni

«Per recuperare in qualche modo la stagione estiva dobbiamo puntare su un turismo di prossimità, sulle regioni italiane che più hanno dimostrato affezione verso la nostra destinazione perché quest'anno la tendenza sarà questa, non certo l’estero». Lo ha detto l'assessore regionale al Turismo delle Marche, Moreno Pieroni, nel corso della videoconferenza che si é tenuta oggi tra lo stesso Pieroni, il presidente regionale Anci, Maurizio Mangialardi, il presidente della Cciaa Marche, Gino Sabatini, il dirigente regionale, Raimondo Orsetti, il presidente della commissione Sviluppo economico, Gino Traversini, ed una quarantina di rappresentanti delle categorie. Pieroni ha provato a tracciare agli operatori di un settore che nelle Marche conta circa 80.000 addetti, le strategie future. «Dobbiamo farci trovare pronti a ricominciare- dice Pieroni una nota-. Aspettiamo ora indicazioni precise dal ministro al quale ho chiesto che sia fatto un decreto specifico per il Turismo che preveda defiscalizzazione delle vacanze oltre alla sospensione di Imu e Tasi». Il programma regionale di 'Exit strategy' dalla crisi sarà articolato su due fasi: la prima, per la contingenza, é già in atto e prevede misure regionali che andranno ad integrare quelle approvate a livello statale e la seconda, in parte complementare e immediatamente successiva, nella quale si definiranno misure concrete ed operative per accompagnare la ripresa delle attività ed il rilancio dell'intero comparto produttivo.

«Abbiamo bisogno di compiere uno sforzo collettivo- dice Pieroni-. Ci sono le premesse per condividere operativamente tutti insieme un percorso utile e costruttivo, anzi ricostruttivo. Questo é il momento dell'unità e della chiarezza. Le istituzioni pubbliche (Regioni, Comuni e Camera di Commercio, Università), le associazioni di categoria e degli operatori del territorio, sono chiamate a condividere un percorso, unendo le risorse e muovendosi tutte nella stessa direzione, nella chiarezza dei ruoli e dei compiti assegnati. Dobbiamo essere concreti e veloci perché non c'é tempo da perdere. Anche la comunicazione dovrà essere organizzata in modo che le informazioni siano chiare, puntuali e oggettive». Verrà istituito un pool tecnico, guidato dal Rettore della Politecnica, Gianluca Gregori, composto da economisti delle varie Università che affiancherà la Regione Marche nella elaborazione delle linee strategiche e nella definizione dei programmi operativi. La Cciaa coordinerà le richieste delle categorie di settore mentre l'Anci quelle dei Comuni. Verrà istituito inoltre un comitato di coordinamento, presieduto da Pieroni e composto da Mangialardi, Sabatini, Gregori e Orsetti. Tra le proposte per fronteggiare la crisi: liquidità alle imprese mediante le misure statali e regionali, rifinanziamento della cassa integrazione, rinvio delle tasse e dei mutui e contributo integrativo agli operatori autonomi per il recupero parziale della perdita di fatturato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento