rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Politica

Superbonus 110% e altri bonus edilizia: «Parlamento interviene per sbloccare la cessione del credito»

Terzoni, Impegno Civico «Misura fondamentale per i cantieri marchigiani, crisi di governo ha fatto perdere mesi alle imprese e ai cittadini»

«Il Parlamento ha varato l'attesa modifica al Superbonus 110 e agli altri bonus edilizi per quanto riguarda le responsabilità di chi acquista i crediti fiscali generati dai lavori, escludendo responsabilità penali  che vengono limitate ai soli casi di dolo e colpa grave. In questo modo la circolazione dei crediti sarà più semplice e gli istituti di credito potranno più facilmente venire incontro alle richieste delle aziende». Lo dichiara Patrizia Terzoni, Impegno Civico

«L'emendamento approvato è frutto della sintesi operata dal Governo delle varie proposte depositate da tutti i partiti. In realtà erano mesi che si stava lavorando a questa soluzione e la crisi di Governo non ha fatto altro che ritardare un intervento atteso da decine di migliaia di aziende e cittadini impegnati nei cantieri. Il chiarimento riguarda tutti i bonus edilizi. Per le Marche è un'ottima notizia perché solo per l'ecobonus 110% ci sono 2.191 cantieri che riguardano le unifamiliari, le cui scadenze per i lavori sono ormai assai ravvicinate. Complessivamente si sfiorano i 5.000 cantieri. Purtroppo la crisi di Governo ha ritardato di due mesi la soluzione della problematica lasciando le imprese e i cittadini ad attendere. Le ulteriori strumentalizzazioni a fini elettorali del percorso di approvazione del Decreto Aiuti Bis, che contiene la misura, hanno fatto perdere altre due settimane. Finalmente grazie al Governo ha prevalso la responsabilità e ora sarà più semplice cedere il credito per tutti coloro, e sono la stragrande maggioranza, che stanno operando rispettando le norme e sono in buonafede. Sarà invece duramente colpito chi cerca di frodare lo Stato su misure fondamentali per il rinnovo del vetusto patrimonio edilizio del paese e il rilancio dell'economia. Migliaia di cantieri aperti significa da un lato dare lavoro a decine di migliaia di persone e dall'altro aiutare concretamente le famiglie per affrontare la crisi energetica migliorando le prestazioni degli edifici prima del'inverno». Secondo i dati ENEA aggiornati a luglio 2022 per le Marche risultano: Condomini 1.205 per 604 milioni di euro. Unifamiliari 2.191 per 238 milioni di euro. Unità funzionalmente indipendenti 1.593 per 146 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbonus 110% e altri bonus edilizia: «Parlamento interviene per sbloccare la cessione del credito»

AnconaToday è in caricamento