Politica

Terremoto, Terzoni: «Nomina De Micheli una burla, intanto ricostruzione è alla paralisi»

Così Patrizia Terzoni, portavoce del Movimento 5 Stelle presso la Camera dei Deputati

«Che Paolo Gentiloni e tutto l’elefantiaco apparato di Palazzo Chigi si fossero incartati era una certezza già dal giorno in cui Paola De Micheli, vorace collezionista di poltrone grazie alla sua fedelissima osservanza renziana, fu spostata dal ruolo di sottosegretaria all’Economia a quello di sottosegretaria alla presidenza del Consiglio. Però adesso tutta la vicenda che ruota intorno alla deputata Dem emiliana pare avere i contorni della burla. Innanzitutto, come M5s continuiamo a sostenere che il ruolo di commissario presenta più di un rilievo di incompatibilità con quello, appunto, di deputato».Così Patrizia Terzoni, portavoce del Movimento 5 Stelle presso la Camera dei Deputati. 

«A riprova di questo c’è che martedì, alla Camera, in Giunta per le elezioni non è stato possibile affrontare il tema su questa presunta incompatibilità perché in realtà la nomina al primo incarico non è stata ancora pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Dunque, da un lato la Giunta non si può esprimere ma nel frattempo De Micheli già opera e partecipa a incontri e riunioni come se il suo incarico fosse effettivo, seppure il più delle volte su aria fritta e non su cose concrete. Questa fantomatica pubblicazione in Gazzetta arriverà domani, come ci ha specificato nel question time il ministro per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro: ventiquattro giorni dopo la strombazzante nomina della rastrellatrice di poltrone, quando per Vasco Errani ne servirono soltanto cinque. Per fortuna questo siparietto farsesco sta per finire: con la nomina effettiva, finalmente potremo dimostrare non solo che questo ruolo la costringerà a dare le dimissioni dalla Camera dei Deputati, ma che dopo tante chiacchiere è giunta l’ora dei fatti. Perché in questa vicenda quasi pagliaccesca, che dimostra come il Pd in realtà sia solo un’accolita nata per farsi poltronificio, l’unica certezza è che la macchina della ricostruzione è alla paralisi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, Terzoni: «Nomina De Micheli una burla, intanto ricostruzione è alla paralisi»

AnconaToday è in caricamento