Ricostruzione post-sisma, Ceriscioli: «Buoni segnali per le Marche»

Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli sulla situazione della ricostruzione post sisma

foto di repertorio

ANCONA - «Questa sarà una Pasqua diversa. La nostra è una regione che ha affrontato emergenze e sfide ma queste non hanno sfibrato i marchigiani che, in ogni ambito, hanno lavorato con dedizione e orgoglio. Colgo l’occasione di queste feste per dire loro grazie a nome mio e di tutta la giunta a partire da tutte le persone impegnate, a vario titolo, nella ricostruzione. Abbiamo avuto dei segnali che ci fanno ben sperare, ma la nostra attenzione è massima. Prima di tutto il personale degli Uffici della ricostruzione: sono in arrivo 116 unità in più. Sono in atto le procedure di reclutamento, per luglio l’obiettivo è di avere incrementato le forze. Ricordo che delle 7.856 pratiche presentate fino ad oggi 3.266 sono quelle approvate e di queste 1.366 completate». Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Poi un'altra misura molto attesa. Nei giorni scorsi sono stati trasferiti i primi 50 milioni di euro agli Usr per il pagamento del 50% delle parcelle ai professionisti che hanno già presentato i progetti di ricostruzione – continua il presidente - Le domande presentate ad oggi sono 350 per un totale di 10 milioni liquidati come anticipo ai professionisti, con un valore medio di 28 mila euro. Ci aspettiamo che cifra continui a crescere, il tetto è 31 milioni. Nonostante le difficoltà, i tecnici continuano a mandare avanti le pratiche lavorando a domicilio. L’analisi dei progetti avviene infatti operando sulla piattaforma, i contatti interni sono garantiti dai sistemi di video conferenza che si applicano a grandi e piccoli gruppi. Il ricevimento al pubblico avviene con gli stessi orari della normalità e si possono contattare i singoli istruttori attraverso i numeri telefonici che sono inseriti nel portale dell’USR con i rispettivi nominativi (https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Ricostruzione-Marche). E’ stato avviato, già dall’inizio di marzo, il pagamento dei lavori eseguiti dalle imprese, prescindendo dalle percentuali contrattuali da raggiungere, come previsto dall’ordinanza commissariale numero 97: i pagamenti si attestano intorno ai 100 milioni di euro. Il Cas (contributo di autonoma sistemazione) continuerà ad essere erogato anche a chi avesse trasferito la residenza o il domicilio fuori regione, purché nell'ambito delle quattro regioni del "cratere sismico. Si è concluso oltre il 90% dei progetti (totale 106 per 21 milioni e mezzo di euro) realizzati con i fondi raccolti con gli sms solidali subito dopo il terremoto del 2016 con il versamento degli ultimi fondi a saldo delle opere terminate, 81 sono le opere completate, 18 quasi finite».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • Si schianta con un'auto, camper si ribalta: un ferito è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento