Terremoto, Forza Italia all’attacco: «Promesse di Conte sono già un bluff»

Pochi giorni dopo la visita del Presidente del Consiglio nei luoghi del terremoto, Forza Italia attacca il governo sulle promesse di ricostruzione

Andrea Cangini

«Visto come è andata col Conte1, le promesse del premier Conte2 sul post terremoto dell’Italia centrale hanno l’attendibilità di un bluff scoperto. Per essere credibile, Giuseppe Conte dovrebbe: investire miliardi e non millioni, liquidare l’inefficiente commissario Farabollini, delegare ai Comuni i poteri oggi in capo alle Regioni, coinvolgere e responsabilizzare gli ordini professionali, potenziare il personale amministrativo in appoggio alle amministrazioni locali, introdurre deroghe al codice degli appalti, favorire con politiche fiscali adeguate la ripresa del commercio e l’insediamento di nuove attività imprenditoriali, presentare a Bruxelles un progetto per fare dei territori colpiti dal sisma una Zona economica speciale (Zes)». 

Lo ha dichiarato il senatore di Forza Italia Andrea Cangini durante una conferenza stampa a Macerata. «Se il governo giallorosso - ha concluso Cangini - riassumerà queste iniziative in un decreto, Forza Italia lo voterà all’istante. Così come voteremo un quantomai urgente “Testo unico per la gestione delle emergenze e della ricostruzione” ispirato ai criteri della Protezione civile dei tempi di Guido Bertolaso».


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento