Terremoto: via libera unanime del Consiglio regionale all'anticipo di 30 milioni

Il presidente della Prima commissione bilancio: «In un momento come questo, l'intero Consiglio dimostra senso di responsabilità»

«L'approvazione unanime della proposta di legge sull'anticipo di 30 milioni per l'emergenza terremoto è una nota di merito per l'intero Consiglio regionale che, in un momento come questo, dimostra senso di responsabilità». Con queste parole il consigliere regionale Francesco Giacinti (Pd), presidente della Prima commissione bilancio, ha commentato il via libera di tutti i consiglieri al provvedimento a firma della Giunta per anticipare 30 milioni di fondi dal bilancio regionale per l'emergenza sisma. L'atto, di cui Giacinti era relatore di maggioranza, consente di dare continuità alle procedure di liquidazione delle misure attivate per fronteggiare le conseguenze del terremoto. La proposta, iscritta oggi d'urgenza all'ordine del giorno, «E' stata redatta e approvata in tempi rapidissimi – sottolinea Giacinti – e consente il pagamento di una serie di misure urgenti, soprattutto sul fronte dell'accoglienza e dell'assistenza delle famiglie colpite». Nello specifico si tratta di Cas (contributo autonoma sistemazione), alberghi, lavori di somma urgenza, Sae (soluzioni abitative emergenziali) e strutture commerciali. «Questo anticipo – conclude – evita interruzioni nella liquidazione, in attesa che il Governo centrale versi ulteriori risorse». Sono circa 27 i milioni già liquidati dalla Regione, 60 gli ulteriori richiesti dal Governo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento