Politica

Terremoto, Berardinelli (FI): «Nessuna verifica, inaccettabile non chiudere le scuole»

Duro attacco al sindaco di Ancona da parte di Daniele Berardinelli, consigliere comunale di Forza Italia, dopo il forte sisma di mercoledì mattina

Daniele Berardinelli

«Continua l'unica politica che la Giunta Mancinelli è capace di portare avanti: quella degli annunci e del cercare di evitare argomenti "scomodi". Ma quando in ballo c'è la sicurezza dei bambini e dei ragazzi nelle scuole cittadine, non è accettabile un atteggiamento del genere. Il Sindaco dopo il terremoto ha lasciato la decisione se evacuare o meno oggi le scuole ai dirigenti scolastici senza emanare alcuna ordinanza. Ha deciso di non chiudere le scuole nei prossimi giorni senza aspettare le verifiche post sisma nonostante le tre forti scosse ravvicinate della mattina». Duro attacco al sindaco di Ancona da parte di Daniele Berardinelli, consigliere comunale di Forza Italia. 

«Un comportamento inspiegabile - continua Berardinelli -  se non fosse oramai chiaro che questa Giunta Mancinelli non ha mai preso in seria considerazione la sicurezza delle scuole, non avendo mai effettuato le verifiche di vulnerabilità sismica, statica, nonostante siano obbligatorie per legge. Solo 8 scuole su 57 sono state verificate in tutti questi anni, tra l'altro riscontrando in queste 8 problematiche strutturali. Come consigliere comunale sono addirittura ancora in attesa delle schede di verifica post sisma del terremoto di fine ottobre scorso, nonostante le promesse pubbliche fatte in commissione dall'amministrazione comunale e dall'assessore. Si certifica ancora una volta l'incapacità amministrativa della Giunta Mancinelli che sta trascinando la Città verso un declino inarrestabile e con un comportamento quasi irresponsabile».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, Berardinelli (FI): «Nessuna verifica, inaccettabile non chiudere le scuole»

AnconaToday è in caricamento