Terremoto Albania, Mangialardi: «Solidarietà ai Comuni colpiti, faremo la nostra parte»

Lo dichiara Maurizio Mangialardi, Presidente di Anci Marche, sindaco di Senigallia e coordinatore dei presidenti delle Anci regionali, dopo l’ondata di scosse, con epicentro Durazzo nell’Albania settentrionale

«La mia solidarietà e quella di tutti i Comuni alle famiglie delle vittime del violento terremoto che ha colpito l’Albania. Siamo vicini alla sofferenza di comunità da sempre legate alle regioni adriatiche da un forte legame storico, economico e culturale. La famiglia dei Comuni italiani è pronta a fare la propria parte coordinandosi con gli uomini e i mezzi italiani già in partenza per rispondere alla richiesta di soccorso dello Stato albanese». Lo dichiara Maurizio Mangialardi, Presidente di Anci Marche, sindaco di Senigallia e coordinatore dei presidenti delle Anci regionali, dopo l’ondata di scosse, con epicentro Durazzo nell’Albania settentrionale, che ha provocato finora 6 morti e più di trecento feriti, ampiamente avvertita in Italia in tutta la costa adriatica e in gran parte delle regioni meridionali.

“In un momento così drammatico, ci stringiamo ancor di più al popolo albanese e ai sindaci e agli amministratori locali, impegnati insieme ai volontari nelle operazioni di soccorso e di organizzazione degli aiuti alle popolazioni”, continua Mangialardi. “La loro sofferenza e il loro sgomento di queste ore per il futuro di intere comunità sono le stesse provate da noi amministratori locali, poco più di tre anni fa, in occasione dello sciame sismico tra agosto e ottobre 2016”, conclude il sindaco di Senigallia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento