Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Tagli al bilancio regionale, manifestazione di studenti e sindacati

Al presidio organizzato da Cgil, Cisl e Uil, hanno partecipato lavoratori e universitari. I pesanti tagli vanno a colpire soprattutto il sociale, il diritto allo studio, i trasporti e il fondo anticrisi per il lavoro.

Il piazzale davanti palazzo Leopardi gremito di persone. Le bandiere sventolano, gli striscioni avanzano. Sono studenti universitari,dipendenti delle province, invalidi, lavoratori del terzo settore, pensionati e rappresentanti sindacali. In oltre 300 ieri mattina hanno partecipato al presidio promosso da Cgil, Cisl e Uil in Regione contro i tagli del bilancio regionale, legati alla riduzione di trasferimenti alle Regioni e agli enti locali dalla legge di Stabilità. Lavoratori e studenti hanno manifestato per sollecitare il riconoscimento di maggiori risorse nella variazione di bilancio che l'Assemblea dovrebbe approvare nei prossimi giorni.

 In prima linea gli universitari del Gulliver (Univpm) e di Officina Universitaria (Unimc). «Sono stati spazzati via i foni per il diritto alla studio, in particolare quello che ci preoccupa di più è l'azzeramento dei fondi regionali per le borse di studio che rappresentano il sostentamento economico di migliaia di studenti della nostra regione - spiega Elisa Marchetti, coordinatrice Gulliver-Sinistra Universitaria - Con questi tagli almeno 1500 studenti perderanno il diritto a ricevere la borsa di studio». I pesanti tagli vanno a colpire soprattutto il sociale dove mancano all’appello 26 milioni di euro, i trasporti con meno 14 milioni di euro,  il diritto allo studio cui mancano 4 milioni, il fondo anticrisi per il lavoro, ridotto di 5 milioni. A queste criticità si aggiunge il riordino delle province.

Questi sono i temi portati all'attenzione del Consiglio regionale dai sindacati. «Il Consiglio deve tener conto di queste criticità, aiutare ad individuare misure ulteriori rispetto a quelle adottate dalla Giunta ieri. Stanno andando verso la giusta direzione ma le misure sono ancora insufficienti per coprire tutte le criticità che preoccupano la nostra comunità» afferma Sauro Rossi, segretario Cisl Marche. «Alcuni problemi li possiamo risolvere in regione, quindi chiediamo alla Regione Marche di concentrare su queste priorità i pochi soldi che ha a disposizione. Però poi dobbiamo fare assieme la battaglia affinché il Governo cambi la sua politica e investa su questi settori anziché tagliare come invece sta facendo da molti anni» dichiara Roberto Ghiselli, segretario Cgil Marche.

«Alla Regione chiediamo con forza che le pochissime risorse rimaste a disposizione non vengano utilizzate tenendo d'occhio "le esigenze" della campagna elettorale ma che vengano destinate effettivamente ai marchigiani che più ne hanno bisogno» commenta Graziano Fioretti, segretario Uil Marche. Le delegazioni hanno incontrato il presidente dell'assemblea Legislativa, Vittoriano Solazzi e i capigruppo. Solazzi, recependo le richieste contenute in un documento sindacale, ha presentato una mozione in consiglio, in cui si invita il Governo a modificare le proprie scelte finanziarie, in particolare l’entità dei tagli ai trasferimenti alle Regioni, ad intervenire sugli aspetti finanziari e occupazionali delle Province e ad assumere come prioritario in sede di variazione e assestamento  di bilancio, il sostegno alle politiche sociali.

Durante l’audizione con il consiglio dei capigruppo gli studenti sono stati informati di un primo re-integro di un milione di euro sul fondo regionale per le borse di studio, precedentemente azzerato nel bilancio di previsione. «Questo stanziamento rappresenta sicuramente un passo in avanti, infatti andrà a coprire alcune centinaia di borse di studio per gli studenti universitari. Al tempo stesso, il fondo per le borse di studio resta sicuramente insufficiente a far fronte alle richieste che si verificheranno, in quanto, rispetto al 2014, mancano all’appello 4 milioni di euro» concludono gli universitari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli al bilancio regionale, manifestazione di studenti e sindacati

AnconaToday è in caricamento