Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Sversamenti in mare, cos'è che fa aumentare le acque? Un piano di studio entro Aprile

Il presidente di Multiservizi ha spiegato come parte del problema sia anche l'aumento della quantità di acqua dovuto a nuovi fenomeni atmosferici come le bombe d'acqua, garantendo di voler ripartire con degli investimenti per interventi strutturali

Brandoni - Mancinelli - Ciotti - Raffaeli

Sversamenti in mare ad Ancona e Falconara. Il problema non è il perché dello sversamento, che è la presenza di un livello eccessivo di acque lungo i canali della rete fognaria, semmai capire che cosa provochi quell’aumento di acqua. E’ per questo che stamattina, in una conferenza stampa ad hoc, il Presidente di Multiservizi Paolo Raffaeli, il direttore generale Patrizio Ciotti, il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, di Falconara Goffredo Brandoni e di Montemarciano Liana Serrani hanno annunciato l’immediato avvio di un tavolo tecnico permanente e il lancio di uno studio della rete idrica locale per capire che cosa si può fare per migliorarla con i relativi tempi e costi. Ci sono già 5 studi in tutta Italia pronti a partecipare ad un bando pubblico e lavorare al progetto che, lo ha detto il sindaco Mancinelli, sarà pronto per il prossimo Aprile. Bene, ma intanto questa estate è stata un continuo alternarsi tra apertura di scolmatori e conseguente divieto di balneazione delle relative amministrazioni. Perchè quegli scolmatori, in un’estate così torrida, si sono aperti così spesso? «Gli scolmatori si aprono automaticamente quando il livello delle acque supera quello di 5 volte quello della portata sostenuta in condizioni normali del depuratore - ha detto il presidente di Multiservizi Paolo Raffaelli - Sicuramente parte del problema è anche l’aumento della quantità di acqua dovuto anche a nuovi fenomeni atmosferici come le bombe d’acqua. Adesso ripartiremo con degli investimenti per interventi strutturali».

Sarà, ma è pur vero che quella passata è stata un’estate caldissima, con semplici temporali estivi. Dunque come è possibile che a seguito di una pioggia di mezza giornata si aprano gli scolmatori? «Appunto non conosciamo il sistema che risale a più di 20 anni fa e impareremo a conoscerlo con questo nuovo studio e con investimenti» ha detto il direttore generale Ciotti. «Il sistema funziona, questo è fuori dubbio - ha detto il sindaco Mancinelli - C'è da capire da cosa deriva aumento d acqua». Intanto alla procura di Ancona è depositato un esposto del Movimento 5 Stelle. «Abbiamo fatto tutto quello che c’era da fare con due appalti per la pulizia e la manutenzione dei canali per cui non ci sentiamo responsabili di nulla - ha detto Raffaelli che prosegue  - Non vogliamo rispondere alle polemiche ma prendere in mano la situazione e capire il problema. 

Ha parlato anche i sindaco Goffredo Brandoni che ha spiegato: «Ricordo che stagione estiva termina il 30 Settembre e che anche stamattina c’è stato l’ennesimo divieto di balneazione perché ieri c’è stato l ‘ennesimo sversamento. Qualcuno dice che non possiamo nasconderci dietro la scusa delle bombe d’acqua, ma Falconara ha fatto assemblee aperte su questo e entro Natale io e il sindaco di Ancona incontreremo tutti gli operatori balneari in vista della prossima stagione per ragionare come affrontare la situazione in vista della prossima stagione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sversamenti in mare, cos'è che fa aumentare le acque? Un piano di studio entro Aprile

AnconaToday è in caricamento