Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

Strategia adriatico-ionica, la Regione presenta a Bruxelles la nuova piattaforma

Con l’ingresso, a breve, del Nord Macedonia, sono nove gli Stati coinvolti nella Strategia (Eusair), per una popolazione complessiva di 70 milioni di abitanti

“Strumento che favorisce la comunicazione e la condivisione di idee e contenuti”. È la Piattaforma informatica della strategia adriatico ionica (Esp), presentata ufficialmente, a Bruxelles, dalla Regione Marche. L’evento è stato promosso in occasione del 9° Comitato direttivo della Strategia adriatico ionica (Governing board). Le Marche, partner italiano del progetto di supporto della Strategia (Facility point), hanno avuto l’incarico di sviluppare e progettare l’Esp. “La presentazione ha riscosso un notevole apprezzamento, da parte dei Paesi presenti, che hanno manifestato curiosità per questo nuovo e promettente strumento di collaborazione tra istituzioni e portatori d’interesse”, è stato riferito dai rappresentanti regionali presenti a Bruxelles.

Con l’ingresso, a breve, del Nord Macedonia, sono nove gli Stati coinvolti nella Strategia (Eusair), per una popolazione complessiva di 70 milioni di abitanti. Le Regioni italiane partecipanti sono, invece, quattordici. Nel corso della “due giorni” di Bruxelles è stata ribadita l’importanza della strategia macroregionale, “quale modello di cooperazione e di collaborazione tra i popoli. Una collaborazione che travalica i nazionalismi e intende proporre una modalità operativa sinergica, capace di risolvere le criticità dell’area di riferimento”. L'assessora alle Politiche comunitarie, Manuela Bora, d’intesa con le autorità nazionali, nei giorni scorsi, aveva già proposto di costruire “una grande squadra di supporto a tutta la strategia macroregionale Eusair, in una logica integrata di sistema, rafforzando la comunicazione, con particolare riferimento all’aspetto social”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strategia adriatico-ionica, la Regione presenta a Bruxelles la nuova piattaforma

AnconaToday è in caricamento