Strada nuova di Portonovo, Rubini e Crispiani (SEL-ABC): "Noi con le associazioni ambientaliste"

"Le denunce delle associazioni ambientaliste rispetto alla decisione dell'amministrazione comunale di provvedere alla realizzazione di un ulteriore strada di accesso a Portonovo ci trovano completamente d'accordo". Le parole di Rubini e Crispiani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Le denunce delle associazioni ambientaliste rispetto alla decisione dell'amministrazione comunale di provvedere alla realizzazione di un ulteriore strada di accesso a Portonovo ci trovano completamente d'accordo.
Già in sede di bilancio ci siamo opposti a questa scellerata decisione depositando un emendamento con cui abbiamo chiesto con forza all'amministrazione di non procedere oltre escludendo quest'opera dal piano dei lavori pubblici senza però ottenere riscontri positivi dal parte del Pd e dei suoi alleati.
La chiamano strada di emergenza , ma così non è.
Questa strada infatti è totalmente inutile in quanto l'unico piano di evacuazione possibile a Portonovo è quello via mare e non certo lungo una strada che dovrebbe sorgere parallelamente a quella già esistente che in una qualsiasi condizione di emergenza e di caos risulterebbe essere inutilizzabile tanto quanto la principale.
La realtà è che questa strada è l'ennesimo regalo ai privati , ormai padroni della baia, in particolare in questo caso al campeggio Adriatico che si ritroverebbe con una strada di accesso completamente a sua disposizione con buona pace dell'impatto ambientale e paesaggistico che questa avrebbe sulla splendida spiaggia di Portonovo.
Il costo di quest'opera inutile e dannosa è di € 350.000, una cifra evidentemente fuori da ogni grazia di Dio in una città piena di problemi da risolvere.
Rinnoviamo dunque alla cittadinanza, alle associazioni , ai comitati , come abbiamo già fatto per i ripascimenti e la possibile vendita dei Mutilatini ,  l'ennesimo invito alla mobilitazione in tutela di Portonovo bene comune e del suo ambiente naturale.
Torna su
AnconaToday è in caricamento