Mensa del Povero, il Comune: “La spostiamo”. Suor Pia: “Non ne so nulla”

D’Angelo (La Tua Ancona): “A questo punto è lecito pensare che il Sindaco non solo pensa che il Comune sia casa propria ,ma pensa di poter fare e decidere anche a ‘casa dei cittadini’"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"Nell'ultima seduta del Consiglio - il 7 - il Sindaco ha comunicato ai Consiglieri che per la Mensa dei Poveri ci sono trattative riservate con Suor Pia ,che la Mensa verrà spostata e che  - a decisione presa - i Consiglieri saranno informati sulla nuova ubicazione.

Abbiamo espresso le nostre riserve, in Consiglio, sul modo di governare del nostro Sindaco che crede che il Comune sia casa propria o della maggioranza (ultimo esempio  il comunicato stampa sulla riunione " serena e costruttiva" di Portovonovo diffuso dal  Comune, che con i Gruppi non ha nulla a che vedere).

Oggi leggiamo le dichiarazioni di Suor Pia che, giustamente, dichiara che la Mensa non sarà spostata perché non c'è stata  "alcuna trattativa" .

A questo punto è lecito pensare che il Sindaco non solo pensa che il Comune sia casa propria ,ma  pensa di poter fare e decidere anche a "casa dei cittadini".

Sarebbe bene - e questo è un invito ai Consiglieri di maggioranza -che venisse tirato il freno a mano  e che venga fissata un'altra riunione dei Gruppi di maggioranza , prima che la " macchina comunale " con tutti gli occupanti  vada a fare qualche brutto incidente."

Italo D'Angelo - La Tua Ancona

Torna su
AnconaToday è in caricamento