Spese pazze della Regione, finito il giro di interrogatori degli indagati

ine degli interrogatori, ora i consiglieri sotto la lente della Procura nell'ambito dell'inchiesta delle spese pazze della regione Marche attendono di conoscere i nomi di coloro per cui i magistrati chiederanno il rinvio a giudizio

Consiglio Regionale

Fine degli interrogatori, ora i consiglieri sotto la lente della Procura nell’ambito dell’inchiesta delle spese pazze della regione Marche attendono di conoscere i nomi di coloro per cui i magistrati chiederanno il rinvio a giudizio. Una fase giudiziaria che, di certo, arriverà dopo le elezioni regionali e, anzi, non è neppure escluso che possa essere rimandato a Settembre. 

Dunque è finito il valzer dei consiglieri regionali ascoltati dai pm Ruggiero Di Cuonzo, Giovanna Lebboroni e dagli investigatori della Guardia Di Finanza. Interrogatori che, in larga parta, avevano chiesto proprio gli indagati, ceri di poter fornire alla procura elementi utili per chiarire le loro posizioni e far valere la loro onestà e buona fede. Adesso gli inquirenti si rimetteranno al lavoro studiando le carte e analizzando tutte le testimonianze. Poi sarà la prova del nove. Cioè il momento in cui i pm si presenteranno di fronte al Gip per chiedere un processo o il proscioglimento delle posizioni. E la sensazione è che non andrà per tutti allo stesso modo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento