La biblioteca non è a norma, il sindaco non sa nulla e fa scena muta: «Non ho studiato»

Il sindaco ha rimandato le risposte sollevate da Marco Ausili (Lega) al prossimo consiglio comunale. Ausili: «Il silenzio dimostra che non esiste ancora nessuna delibera»

Valeria Mancinelli

In che data il Comune è venuto a conoscenza del fatto che i locali della Biblioteca Benincasa e presentano violazioni alle norme di sicurezza e antincendio? Per quale annualità sono stati messi per la prima volta in programma interventi di adeguamento dello stabile e degli impianti ai requisiti minimi previsti dalla normativa di sicurezza sui luoghi di lavoro? E soprattutto: attraverso quali precisi atti è stato fatto ciò? Quesiti per i quali, al momento, non è dato conoscere una risposta ufficiale. Le interrogazioni sono state presentate in Consiglio Comunale dal Capogruppo della Lega Marco Ausili e dalla consigliera Maria Grazia De Angelis sono rimaste tali. «Non sono un tuttologo, evidentemente non ho studiato ma ciò non vuol dire che le azioni non si stanno facendo» ha replicato ironicamente il sindaco Valeria Mancinelli, che ha rimandato la questione al prossimo consiglio comunale vista l’assenza, nell’ultimo, dell’assessore alla cultura Paolo Marasca. Secondo il sindaco infatti era proprio Marasca a dover rispondere ad Ausili, ma il consigliere della Lega non ci sta: «Non c’entra la cultura, un sindaco non può non saper rispondere a queste domande- ha replicato Ausili- parliamo dell’amministrazione di un edificio pubblico e di un atto di giunta con il quale si deliberano i lavori. Il punto è che la situazione della biblioteca era conosciuta dal 2009 quando ci fu l’esposto di un dipendente. Il silenzio del sindaco conferma che questo atto di giunta non c’è, altrimenti sarebbe stata la prima persona interessata a dirlo».  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

No comment secco da parte del sindaco sulla quarta interrogazione, relativa al destino professionale del maggiore della polizia locale Marco Caglioti: il consigliere leghista aveva chiesto alla Mancinelli di pronunciarsi «sulla particolare coincidenza temporale tra l’intervento dei Vigili del Fuoco e della Polizia Locale proprio alla Benincasa (11 giugno 2019) e l’attribuzione della Posizione Organizzativa per le attività di Polizia Giudiziaria a un altro dipendente al posto di Caglioti (12 giugno 2019)». Il sindaco ha definito la domanda: «Puramente strumentale» non aggiungendo altro. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Party abusivo al porto, in consolle c'era pure il Dj: ora sono guai per il titolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento