Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Ballottaggio, Sessantacento: “Non ci schieriamo: libertà ai nostri elettori”

“Dispiace effettivamente che ancora una volta i cittadini anconetani hanno scelto di votare per i partiti e non per Ancona; speriamo vivamente che poi gli stessi non continueranno inutilmente a lamentarsi”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“Sessantacento Ancona” ringrazia innanzitutto quanti hanno partecipato al lusinghiero risultato ottenuto dalla nostra Associazione che è stata, a detta di molti, una delle poche positive novità di queste elezioni amministrative sia in termini di affermazione elettorale che in termini di proposta di “progetto città”.

L’Associazione dopo aver presentato il proprio programma “Ancona Città Condivisa” a Gennaio alla città e alle istituzioni e forze politiche che intendevano proporsi per governarla e non aver trovato consensi, avendo rappresentato una novità nei metodi e nei modi di intendere e fare politica puntando ad un cambiamento sostanziale, sia nelle persone, che nella maniera di amministrare, per quanto concerne il ballottaggio che si terrà il 9 e 10 Giugno 2013 tra l’Avv. Italo D’Angelo e l’Avv. Valeria Mancinelli, ha deciso, pur invitando i cittadini a recarsi a votare, di mantenere un profilo equidistante da entrambi gli schieramenti dando ai propri elettori libertà di scelta.

Del resto noi vogliamo continuare ad essere una contagiosa novità che pone al centro del proprio agire amministrativo Ancona; abbiamo cercato con la nostra presenza di costituire quel cambiamento necessario per il nostro Comune che è fondamentale per far ripartire la città e che purtroppo non ci sembra presente in chi si contenderà la carica di Sindaco.

Dispiace effettivamente che ancora una volta i cittadini anconetani hanno scelto di votare per i partiti e non per Ancona; speriamo vivamente che poi gli stessi non continueranno inutilmente a lamentarsi.
Sicuramente l’azione di “Sessantacento Ancona” continuerà, dato che il risultato conseguito per noi costituisce solo una tappa del percorso che abbiamo iniziato e che proseguiremo per portare, anche come Associazione, quel cambiamento che ci sentiamo di rappresentare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio, Sessantacento: “Non ci schieriamo: libertà ai nostri elettori”

AnconaToday è in caricamento