Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

Sinistra Italiana si presenta, apertura a civiche e M5S: «Creiamo l'alternativa alla Mancinelli»

Il nuovo segretario di SI Ancona é Samuele Gherardi, 24 anni studente universitario, tra gli iscritti promotori dell'associazione ORA e da sempre impegnato nei movimenti studenteschi

Comunque vada “no” al Partito Democratico teso verso posizioni liberal con scelte ad appannaggio di privati, un esempio su tutti la gestione dell’ex Metro. “No” ad alleanze con esponenti della destra neppure ove si dovessero condividere idee di massima, come sulla gestione dell’ex Mutilatini perché, come ha detto il consigliere comunale Francesco Rubini, «non seguiremo chiunque si ponga a prescindere in una logica anti-Mancinelli e poi la storia non si cancella». E allora, guardando alle elezioni del prossimo anno, l’apertura è verso le associazioni territoriali, i partiti di sinistra e, perché no,  il Movimento 5 Stelle. Si è presentata così oggi  ad Ancona la nuova segretaria del partito Sinistra Italiana, nato dalle ceneri di Sinistra Ecologia e Libertà e che vede come nuovo segretario cittadino a Ancona Samuele Gherardi, anconetano di 24 anni e studente di Scienze Politiche all’università di Macerata, tra gli iscritti promotori dell’associazione ORA e da sempre impegnato nei movimenti studenteschi di sinistra dai tempi del liceo. Sarà lui a dettare l’agenda politica insieme agli altri componenti della segreteria dorica di SI: Claudio Paolinelli, Francesco Rubini, Barbara Paradiso e Francesca Moretti

Samuele Gherardi-2«Ci avviciniamo alle elezioni e vogliamo sperimentare nuove vie di opposizione per cui l'idea è aprire alla collaborazione con altre forze politiche e confrontarci con loro» ha detto Gherardi. Un giovane per la segreteria di un partito di sinistra nel capoluogo di regione che ha una certa valenza perché «è il simbolo che si vogliono ritrovare nuove energie e ricercare una svolta per il rinnovamento» ha detto Paolinelli. 

SI non si nasconde dietro un dito e parla delle associazioni giovanili come ORA e A2O, ma anche i gruppi di Cardeto Libero, Portonovo per tutti. Una cosa è certa. «Non ci interessano tavoli col Partito Democratico» ha scandito Rubini che ha spiegato «No alla sommatoria delle sinistre, l’idea è di andare avanti con le nostre forze e costruire una proposta aperta andando incontro ad esperienze di volontariato civico». E il Movimento 5 Stelle? «Con loro condividiamo 9 punti su 10, ma il problema è loro perché dovrebbero abbandonare la chimera per cui si possa essere autoreferenziali e autosufficienti a prescindere».

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sinistra Italiana si presenta, apertura a civiche e M5S: «Creiamo l'alternativa alla Mancinelli»

AnconaToday è in caricamento