Politica

Screening di massa al Palaindoor, Bilò: «Marche un modello per l’Italia»

Sopralluogo del vicepresidente del gruppo consiliare della Lega in Regione Mirko Bilò all’avvio della campagna di screening di massa

Da sinistra: Franco Dolcini e Mirko Bilò

Sopralluogo del vicepresidente del gruppo consiliare della Lega in Regione Mirko Bilò all’avvio della campagna di screening di massa covid. Voluta dall’assessore leghista Filippo Saltamartini, vede le Marche prime in Italia e, anche al Palaindoor di Ancona, ha trovato grande partecipazione da parte dei cittadini ed ottima organizzazione degli addetti ai lavori.
 

«Grazie alla sensibilità e alla lungimiranza della Lega al governo delle Marche, la regione è un modello per l’Italia con una campagna screening fondamentale non solo per tracciare e circoscrivere il contagio, ma anche per testare il sistema organizzativo in vista della somministrazione dei vaccini – ha dichiarato all’uscita Bilò – Ancona ha risposto già dalla mattina con matura partecipazione allo sforzo organizzativo profuso dall’assessorato alla sanità regionale tanto che in sole 5 ore sono stati effettuati 726 test. Oltre a proseguire fino al 23 su Ancona e i capoluoghi, nei prossimi giorni saranno aperti altri punti di prelievo. La sanità marchigiana sta facendo la sua encomiabile parte nella cura del covid ed invito tutti a cogliere questa opportunità effettuando lo screening. Collaborare con responsabilità e senso civico servirà a limitare i contagi ed uscire quanto prima da una pandemia che sta pesantemente intaccando il tessuto sociale ed economico della nostra splendida terra e di tutta la nazione».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Screening di massa al Palaindoor, Bilò: «Marche un modello per l’Italia»

AnconaToday è in caricamento