Sicurezza sul lavoro, Altra Idea di Città appoggia lo sciopero indetto dai sindacati

«Questo tema è un punto centralissimo del nostro programma e, come tale, non possiamo sottovalutarne ogni iniziativa a riguardo»

Dopo i quattro gravi infortuni sul lavoro a distanza di poche ore a Fano, Arquata del Tronto, Senigallia e Acqualagna, e le notizie che arrivano da tutta Italia, fino all’ultima giovane vita spezzata l’altro ieri all’Ilva di Taranto, le Segreterie regionali di CGIL, CISL, UIL Marche, hanno comunicato a tutte le strutture la decisione, anche sulla base dell’indicazione pervenuta in queste ore dalle Confederazioni nazionali, di effettuare uno sciopero con fermata di 2 ore in tutti i luoghi di lavoro per le ultime due ore di Venerdì 25 maggio 2018 e invitano le categorie ad attivarsi per tutte le comunicazioni conseguenti e necessarie.

Una scelta quella dei sindacati appoggiata anche da Altra Idea di Città che «comunica il suo più totale sostegno e appoggio allo sciopero indetto da CGIL, CISL e UIL per venerdì 25 Maggio a tutela della sicurezza sul lavoro. Questo tema è un punto centralissimo del nostro programma e, come tale, non possiamo sottovalutarne ogni iniziativa a riguardo. I numeri sono più che allarmanti e impongono una immediata riflessione. Riprendiamo le parole dei sindacati sostenendo che questa strage deve essere fermata, attraverso un'azione forte da parte di tutti dalle imprese alle istituzioni. Chiediamo con forza e veemenza che si investa seriamente in sicurezza, prevenzione, formazione, lavoro stabile e di qualità e condizioni di lavoro dignitose. Cercheremo di collaborare in questo senso promuovendo assemblee ed incontri appoggiando, con anticipo, la grande manifestazione che ci sarà nei prossimi mesi sul tema Sicurezza sul Lavoro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento