menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Acquaroli

Francesco Acquaroli

Acquaroli alla riunione del Club Rotary: «Senza ristori sono contrario al lockdown»

«Chiudere tutto per 15 giorni porterà gravi danni all'economia - ha sottolineato Acquaroli in merito a un sempre più probabile lockdown di Natale - bisogna tenere alta l'attenzione e guardare l'andamento della curva dei contagi»

E' intervenuto ieri, giovedì 17 dicembre, per oltre un'ora e mezza in videoconferenza sulla piattaforma Zoom su invito del Club Rotary Ancona Conero il presidente della Regione Francesco Acquaroli con una relazione su: “La salute della sanità Marchigiana”. Dopo una prima introduzione, durante la quale ha ripercorso i tratti salienti del suo operato in questi primi mesi di mandato in tema di Salute e Sanità, il governatore, incalzato dalle domande dei soci, ha parlato anche del possibile lockdown e dell'ospedale regionale di Torrette. «Chiudere tutto per 15 giorni porterà gravi danni all'economia - ha sottolineato Acquaroli in merito a un sempre più probabile lockdown di Natale - bisogna tenere alta l'attenzione e guardare l'andamento della curva dei contagi. Sarei anche favorevole a misure restrittive se poi seguirà una ripresa. Lo dirò chiaramente, sono contrario al lockdown se stavolta non seguiranno ristori immediati e totali per le categorie economiche fortemente penalizzate da queste prolungate chiusure». 

Alcuni soci intervenuti in videoconferenza hanno poi chiesto ad Acquaroli di potenziare l'ospedale regionale di Torrette per farne un polo di eccellenza nella chirurgia. «A Torrette servono macchinari e tecnologia all’avanguardia - ha ricordato il Prof. Mario Guerrieri, presidente del comitato scientifico Sice e direttore della Clinica Chirurgica degli Ospedali Riuniti - speriamo che la Regione voglia sviluppare in particolare la chirurgia robotica, uno strumento tecnologico d’elezione che può garantire maggiore sicurezza e minore invasività degli interventi». Acquaroli ha confermato che «Torrette deve essere una delle eccellenze sanitarie della regione Adriatica» e che sono già stati stanziati due milioni di euro per potenziare la telemedicina. Il presidente ha anche menzionato il Piano sociosanitario regionale in fase di riorganizzazione. «Stiamo lavorando alla stesura del nuovo Piano 2021-2023 per riorganizzare con capillarita' la medicina del territorio e la restituzione dei servizi sanitari essenziali».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento