Politica

Comune di Ancona: bilancio ritirato, va riscritto. Ma mancano i soldi e l'assessore

Oggi il bilancio sarà ritirato nel corso della Giunta, e ci saranno dunque 20 giorni di tempo per riscriverlo. L'impresa, però, è tutt'altro che agevole: mancano ancora l'assessore preposto e 600mila euro

Ha ceduto alle pressioni della sua maggioranza il sindaco di Ancona Fiorello Gramillano: oggi il bilancio sarà ritirato nel corso della Giunta, e ci saranno dunque 20 giorni di tempo per riscriverlo. L’impresa, però, è tutt’altro che agevole.

Manca l’assessore preposto: Andrea Biekar si è infatti dimesso giovedì, e nonostante le pressioni fatte dal primo cittadino per farlo tornare sui suoi passi un annuncio ufficiale in questo senso non c’è ancora stato. Poi – ostacolo purtroppo ben più gravoso – mancano i soldi: per far quadrare i conti e mettere a posto la situazione della Fondazione dello Stabile servono 600mila euro, che non si è ancora capito bene dove prendere. L'emendamento che doveva sciogliere i dubbi dei contabili – come se non bastasse – prima è stato consegnato non conforme, poi è stato ritirato.
La maggioranza è stata più che chiara con il Sindaco: se il bilancio non sarà più che a prova di bomba, non lo firmiamo.

Venti giorni, dunque, per rifare la finanziaria, mettere al riparo i consiglieri firmatari da eventuali rivalse dello Stato sui debiti dello stabile, firmare la delibera entro il 15 luglio e presentarsi in aula: bene che vada, il 7 o l’8 agosto, nella peggiore delle ipotesi invece lunedì 27 agosto, ancora una volta in extremis.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Ancona: bilancio ritirato, va riscritto. Ma mancano i soldi e l'assessore

AnconaToday è in caricamento