Riscossione coattiva delle entrate comunali, Ancona Entrate comincia con le multe

Per quanto riguarda l'attività di riscossione, Ancona Entrate ha incassato complessivamente per conto di palazzo del Popolo oltre 56,4 milioni di euro. Nella lotta all'evasione sono stati riscossi nel 2013 1,2 milioni di euro

Ancona Entrate, la società in house del Comune di Ancona che gestisce l'attività di riscossione e recupero evasione dei tributi locali (Imu, Tarsu, Tari, Tosap e Imposta di soggiorno) e delle altre entrate extra tributarie (fitti e riscatti degli immobili di proprietà del comunale, rette delle mense scolastiche, box mercati e fiere) presenta i risultati di gestione conseguiti nell'anno 2013 e le prospettive di sviluppo dell'azienda.

Per quanto riguarda l'attività di riscossione, Ancona Entrate ha incassato complessivamente per conto di palazzo del Popolo oltre 56,4 milioni di euro. Nella lotta all'evasione sono stati riscossi nel 2013 1,2 milioni di euro. Oltre all'attività di riscossione e recupero evasione dei tributi e delle tasse locali, Ancona Entrate svolge per conto del Comune di Ancona, l'attività di invio all'Agenzia delle Entrate e alla Guardia di Finanza di segnalazioni qualificate ovvero di presunti illeciti. Nel 2013 sono state inviate 118 segnalazioni, dal 2009 sono state oltre 500 e le somme accertate ammontano ad oltre 2,3 milioni di euro.

L'ambito di intervento ha riguardato soprattutto "proprietà edilizie e patrimonio immobiliare". Per lo svolgimento di questa attività al Comune di Ancona, in base alla normativa vigente, viene riconosciuta per gli anni dal 2012 al 2014 una quota pari al 100% delle maggiori somme riscosse a titolo non definitivo  a seguito delle segnalazioni qualificate inviate. Negli anni il Comune di Ancona incasserà un milione di euro.
Una novità: dal primo gennaio 2015, Ancona Entrate  prenderà il posto di Equitalia nella riscossione coattiva delle entrate comunali a cominciare dalle multe della polizia municipale.

«Fino ad oggi ci siamo occupati dei recuperi delle imposte che non erano state pagate in passato e per i remittenti al pagamento si accedeva ancora con Equitalia. Equitalia è fino al 1 gennaio 2015 l'ente che si occupa della riscossione coattiva delle imposte. Da quella data, il Comune di Ancona ha deciso che la riscossione coattiva sarà gestita da Ancona Entrate- spiega Lorenzo Robotti, amministratore unico Ancona Entrate-. Noi ci stiamo organizzando già da adesso alla riscossione coattiva. Cominceremo con le multe della polizia urbana».

Ancona Entrate fornisce diversi servizi. Nel 2013, in 15mila si sono avvalsi dei servizi di accoglienza, assistenza e consulenza in materia di fiscalità locale; 16mila i contatti pervenuti al  numero verde. La società si è impegnata ad implementare ulteriori servizi: "Servizio sportello mobile presso le circoscrizioni"; "Servizio Pronto Ancona Entrate"; "Servizio si appuntamento"; "Servizio di sportello dedicato". Presso il Front Office è stato implementato il sistema di rilevazione di costumer satisfaction denominato "Mettiamoci la faccia".

In futuro Ancona Entrate si occuperà anche del censimento dei passi carrabili, metterà appunto un software per la gestione delle mense scolastiche e ha in serbo un progetto per il censimento del patrimonio immobiliare del Comune di Ancona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento