menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spending review: ecco la nuova architettura della macchina comunale

Ridisegnata completamente la macchina comunale attraverso una complessa serie di accorpamenti e integrazioni di funzioni omogenee. Approvate riduzione di dirigenti e nuovi servizi al cittadino

Ridisegnata completamente la macchina comunale attraverso una complessa serie di accorpamenti e integrazioni di funzioni omogenee. E’ stata approvata la seconda delibera con cui il direttore generale Giancarlo Gasparini ha dato completezza alla riorganizzazione del Comune iniziata lo scorso settembre: si riducono strutturalmente da 22 a 12 le direzioni delle strutture (ex settori) organizzate in tre aree con un risparmio di risorse finanziarie e professionali; vengono integrati alcuni servizi coerenti e complementari in una stessa direzione e si sancisce di fatto il principio della rotazione dei dirigenti.

Molte le novità introdotte. Per la prima volta, dall’unione di Suap (Sportello unico attività produttive) e Suep (Sportello unico edilizia privata), viene creato e posto sotto una sola direzione lo Sportello Unico integrato, dove i cittadini potranno avere informazioni e sbrigare sia le pratiche edilizie che quelle legate al commercio in un solo ufficio.
Viene poi approvato contestualmente alla delibera di riorganizzazione il progetto “Ancona smart city” , che verrà seguito da una figura esterna di certificata professionalità e che ha il compito di rivoluzionare non soltanto le infrastrutture informatiche del Comune, ma di radicare una serie articolata di progetti tra cui la rete Wifi sul territorio, la dematerializzazione dei documenti,  nuovi servizi on line e soprattutto il Centro servizi unificato per il cittadino, uno sportello polifunzionale in grado di offrire molteplici risposte e servizi alla popolazione da un solo punto di accesso.

La “figura di alta professionalità” che dovrà seguire il progetto “Ancona smart city” e  il complessivo progetto di innovazione del sistema informatico, sarà l’unica per ora, delle tre inizialmente previste, che verrà individuata “extra dotationem” in base all’ ex art.110 comma 2 del Tuel e con procedimento ad evidenza pubblica, perchè considerata prioritaria nel disegno organizzativo e nel progetto di governo.

Capitolo patrimonio comunale. Viene creata una direzione interamente dedicata alla gestione economica, tecnica e amministrativa di tutto i Patrimonio che prima era di competenza di tre direzioni,  sotto la quale troverà posto anche l’ufficio espropri – e sulla frana, che troverà collocazione nel servizio Ambiente, Verde e protezione civile. La Riqualificazione e l’arredo urbano vengono accorpati con l’Edilizia monumentale e le manutenzioni tutte.

Alcune strutture sono state riprogettate: sotto la direzione Risorse umane la nuova organizzazione colloca l’Avvocatura – non più in staff al Segreterio Generale – e insieme, un ufficio “studi e aggiornamenti normativi”: quest’ultimo darà consulenza per l’interpretazione di nuove norme, a tutti gli uffici comunali.
Analogo ragionamento è stato atto per la nuova direzione Gare, Appalti, Contratti, Assicurazioni ed Economato che sarà al servizio dell’intero Comune velocizzando e rendendo omogenee le procedure di gara per tutti i servizi.

Altra novità riguarda i Servizi scolastici e Servizi sociali che tornano sotto la stessa guida – la selezione per il dirigente esterno si è conclusa ed è in corso la procedura di nomina – mentre rimane sostanzialmente invariata l’organizzazione degli uffici di staff.

Con la riorganizzazione è stata contestualmente approvata anche la nuova dotazione organica, che determinerà un consistente risparmio di spesa rispetto a quella dello scorso anno, e ora si sta procedendo alla assegnazione di personale alle nuove direzioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento