«Se la Mancinelli è antifascista come si dichiara, fermi CasaPound»

E' ormai un caso la prossima apertura della sede di CasaPound ad Ancona e ora interviene anche il gruppo di Rifondazione che si appella direttamente al sindaco

Valeria Mancinelli

"Il clima di odio, intolleranza e indifferenza di questi ultimi mesi, con bambini stranieri cacciati dalle mense e dagli scuolabus, gay pestati brutalmente mentre passeggiano per strada ed extracomunitari colpiti da fucilate mentre svolgono il proprio lavoro, è molto preoccupante". Scrive così Rifondazione Comunista Ancona che, tramite una nota, chiede l'intervento del sindaco Valeria Mancinelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Fra pochi giorni ad Ancona verrà aperta una sede di Casapound, forza politica neofascista che, come ogni organizzazione neofascista, ha come ideale cardine l’odio per il ‘diverso’. Le loro crociate contro rom, extracomunitari e gay hanno prodotto fatti di violenza che in alcuni casi sono sfociati in omicidio (vedi Firenze, con l’uccisione di due ragazzi senegalesi da parte di un militante). I ‘fascisti del terzo millennio’, come amano farsi chiamare i militanti e gli ideologi, apriranno la loro base in un quartiere multietnico. La loro modalità di fare politica assume in molti casi aspetti provocatori ed aggressivi, fomentando la classica ‘guerra fra poveri’ che potrebbe creare tra l’altro problemi di sicurezza e di ordine pubblico. Rifondazione Comunista di Ancona esprime la propria indignazione e contrarietà alla presenza di Casapound ad Ancona. Una forza politica che si definisce fascista va contro i principi della nostra Costituzione che punisce il reato di apologia del fascismo. Non dimentichiamo che in questa città molte persone hanno sacrificato la loro vita per la libertà e per combattere il fascismo. Chiediamo al sindaco Mancinelli, visto le sue dichiarate posizioni antifasciste, e alle istituzioni democratiche tutte, di usare ogni mezzo, come previsto dalla Costituzione, per impedire l’apertura della sede neofascista ad Ancona".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento